Olimpia-Corato
Olimpia-Corato

Matera - Soffre e va sotto, rimonta ma non chiude il conto, resta lucida e all’over time sferra l’affondo decisivo e vincente. È la versione inedita dell’Olimpia Basket Matera, che al PalaLanera ha piegato Corato dopo un supplementare per 71-66 nella seconda giornata del girone di ritorno del campionato di basket di serie B, conquistando l’undicesima vittoria consecutiva e rinsaldando la seconda piazza alle spalle della capolista Palestrina.

Una gara che, come da pronostico, si è mostrata tutt’altro che agevole per Pasquale Battaglia e compagni, con i pugliesi dell’ex Sereni più rognosi e spigolosi che mai e disposti a dare battaglia dall’inizio alla fine. “E’ stata una partita combattuta, sporca e poco lucida, noi non siamo stati attenti come di solito – ammette coach Origlio -. In settimana avevamo dovuto fare i conti con diversi problemi, siamo allenati a ranghi ridotti e abbiamo rischiato. La caparbietà e la volontà di vincere ci hanno premiato. Ringrazio il pubblico, che ci ha spinto per tutta la gara, perché dal punto di vista mentale siamo un po’ calati. Ad ogni modo, complimenti al Corato che è rimasto sempre in partita ed è anche stato avanti, ma i complimenti più grandi vanno ai ragazzi”.
T

ra i grandi trascinatori il play materano Renato Buono, che si è rivelato decisivo nei momenti topici del match, in particolare nell’over time. “Corato è una squadra ostica, che ci mette in difficoltà, ed in effetti è stata una partita molto difficile, loro tengono punteggi molto bassi e noi in attacco abbiamo avuto qualche difficoltà grazie alla loro ottima difesa – commenta Buono -. E’ stata una partita molto tesa ma alla fine siamo riusciti a gestirla. È l’undicesima consecutiva e siamo contenti”.