Agostino Origlio
Agostino Origlio
Agostino Origlio
Agostino Origlio

Matera - Seconda giornata del girone di ritorno del campionato di basket di serie B, che domani sera vedrà l’Olimpia Basket Matera tornare tra le mura amiche del PalaLanera per sfidare il Corato. I cestisti biancazzurri sono reduci dalla vittoria esterna sul campo del Formia, la decima consecutiva, che ha consentito di consolidare la seconda piazza in classifica a due sole lunghezze dalla capolista Palestrina. Il quintetto barese, da parte sua, non vive un momento particolarmente felice, e dopo quattro sconfitte consecutive è attestato a quota 12 punti in quintultima posizione in classifica, che attualmente significherebbe playout.

All’andata per la squadra di coach Agostino Origlio incappò nella sua prima sconfitta stagionale, un motivo in più per cercare di riequilibrare il conto con i pugliesi. “È passato un girone dalla prima sconfitta, loro erano forse nel loro momento migliore, avevano appena battuto Palestrina all’esordio ed erano carichi. In quella sfida trovammo subito un clima rovente e ci facemmo trovare impreparati – ricorda coach Origlio -. Ora la situazione si è un po’ ribaltata, le quattro sconfitte consecutive non permettono loro di vivere un momento felice, però pian piano, con qualche intervento sul gruppo, stanno ritrovando equilibri e nuove gerarchie.

Non sarà semplice, loro hanno rotazioni più corte nei piccoli e più lunghe nei centri, quindi hanno l’opzione di giocare con quintetti molto alti e fisici, sono bravi nelle situazioni di pike and roll. Da parte nostra, siamo contenti di questo cammino, ma convinti anche del fatto che il nostro più grande avversario siamo proprio noi; finora abbiamo fatto molto bene, ma dobbiamo essere bravi a tenere alto il livello, essere costanti nelle scelte e attenti a giocarla bene. In settimana ho dovuto gestire alcuni acciacchi, ma i ragazzi hanno stretto i denti e stanno bene”.

Col Corato sarà la prima di una serie di gare difficili e ravvicinate di un avvio di girone di ritorno che si preannuncia incandescente. “Si apre anche per noi un ciclo difficile, come lo è stato all’andata, con una serie di sfide ravvicinate e dall’elevato quoziente di difficoltà. Dovremo sapere gestire bene questi turni per continuare questa striscia il più a lungo possibile”.

AL PalaLanera alle 18.

Intanto, la Lega Pallacanestro ha comunicato che la sede della final eight di Coppa Italia, che si giocherà dal 6 all’8 marzo 2020, a cui prenderà parte anche lì’Olimpia Matera, sarà Ravenna.