Barile-25 aprile
Barile-25 aprile

Barile-Ginestra (PZ) – I due piccoli centri arbereshe del vulture, Barile e Ginestra, hanno ricordato il 25 aprile,la festa civile più importante del nostro Paese. È grazie al sacrificio di Donne, Uomini, Partigiani, che nel 1945 uniti nel motto “Resistenza”, l’Italia si liberò dal Nazifascismo decretando così la fine della guerra e l’uscita della nostra Nazione dal sopruso.

L’ annuale ricorrenza, non solo Giornata della Memoria, ma occasione di riflessione sui valori fondamentali e sull’identità della nostra Nazione. “Per questo motivo, le sezioni A.N.P.I. di Barile e di Lavello insieme ai due Comune arbereshe, alle forze dell’Ordine, e all’Associazionismo locale si sono ritrovati presso il monumento ai Caduti nel parco di via Alcide De Gasperi e piazza Risorgimento.

Ricordando “L’ intento non è solo rammentarci che l’uomo è in grado di generare il male ma che l’umanità ha la facoltà ogni giorno di contrastarlo. “[…] ora e sempre Resistenza” di Piero Calamandrei”.

Articolo precedenteVenosa. Il prof. Vincenzo Urbino, docente di Scienze Motorie e Sportive, nominato responsabile del Sud Italia di Pallavolo per normodotati e disabili
Articolo successivoAssociazione Ecosviluppo del Vulture. Redatto il piano operativo
Docente presso Ministero della Pubblica Istruzione, giornalista e collaboratore de: Il Quotidiano della Basilicata e di numerosi siti on-line. Vive a Ginestra.