Home Blog

Al PalaLanera il Corato perde ed arriva l’undicesima vittoria consecutiva

0

Matera - Soffre e va sotto, rimonta ma non chiude il conto, resta lucida e all’over time sferra l’affondo decisivo e vincente. È la versione inedita dell’Olimpia Basket Matera, che al PalaLanera ha piegato Corato dopo un supplementare per 71-66 nella seconda giornata del girone di ritorno del campionato di basket di serie B, conquistando l’undicesima vittoria consecutiva e rinsaldando la seconda piazza alle spalle della capolista Palestrina.

Una gara che, come da pronostico, si è mostrata tutt’altro che agevole per Pasquale Battaglia e compagni, con i pugliesi dell’ex Sereni più rognosi e spigolosi che mai e disposti a dare battaglia dall’inizio alla fine. “E’ stata una partita combattuta, sporca e poco lucida, noi non siamo stati attenti come di solito – ammette coach Origlio -. In settimana avevamo dovuto fare i conti con diversi problemi, siamo allenati a ranghi ridotti e abbiamo rischiato. La caparbietà e la volontà di vincere ci hanno premiato. Ringrazio il pubblico, che ci ha spinto per tutta la gara, perché dal punto di vista mentale siamo un po’ calati. Ad ogni modo, complimenti al Corato che è rimasto sempre in partita ed è anche stato avanti, ma i complimenti più grandi vanno ai ragazzi”.
T

ra i grandi trascinatori il play materano Renato Buono, che si è rivelato decisivo nei momenti topici del match, in particolare nell’over time. “Corato è una squadra ostica, che ci mette in difficoltà, ed in effetti è stata una partita molto difficile, loro tengono punteggi molto bassi e noi in attacco abbiamo avuto qualche difficoltà grazie alla loro ottima difesa – commenta Buono -. E’ stata una partita molto tesa ma alla fine siamo riusciti a gestirla. È l’undicesima consecutiva e siamo contenti”.

Venosa. La provinciale n° 18 verrà coperta dalle buche, grazie alla pro-loco e amministrazione comunale di Maschito

0

Venosa (PZ) - Strada provinciale n^ 18,Venosa-Gaudiano, interventi fatti l'anno scorso, fermardosi a tre km dallo svincolo della strada Badanica e la vicina Puglia.da tanti anni. Finalmente amministratori comunali ed associazioni si sono mosse per invitare la Provincia di Potenza ad intervenire nei restanti km.

Nella giornata dello scorso 17 gennaio il presidente della Pro-Loco "Venusia", Michele Duino e l'amministrazione comunale di Maschito, nella persona del Sindaco Rossana Musacchio Adorisio hanno telefonato alla Provincia di Potenza per sollecitare l'immediato intervento per tamponare delle buche che creano seri problemi ai tanti viaggiatori che raggiungono la Bradanica, la vicina Puglia e soprattutto la FCA di San Nicola di Melfi per motivi di lavoro.

Anche alcuni cani randagi sostano su questa strada!Il presidente della pro-loco Venusia Michele duino soddisfatto della risposta ricevuta dalla Provincia di Potenza: " stanco delle lamentele dei turisti e pendolari di questa strada, ho chiamato il presidente della Provincia di Potenza, dove la segretaria è stata molto disponibile nel rispondere, assicurandomi che ha preso a cuore questa strada.

Non solo, ho chiamato anche il responsabile della Provincia nella persona dell'Ing. Barbano, che mi ha assicurato interventi minimi nella prossima settimana. Ad avvallare questa la mia richiesta, è stata anche la telefonata intercorsa del Sindaco di Maschito che ha avuto rassicurazioni in merito. Finalmente questa strada verrà messa in sicurezza per i tanti pendolari che vi transitano, attualmente ha le caratteristiche di una strada rurale e non di una strada provinciale!".

XX° Anniversario della scomparsa dell’Avv. Giuseppe A. M. Baffa

0

Bologna - L’Associazione Skanderbeg di Bologna ricorda l’impegno civile generoso dell’Avv. Giuseppe Antonio Maria Baffa, l’ammirevole dedizione professionale espressa nella difesa delle vittime e sopravvissuti dell’affondamento della Katër i Radës nella Strage al largo di Otranto, del Venerdì Santo del 1997; la dedizione verso la Sua gente rappresenta la testimonianza più grande che egli seppe dare dei valori più nobili della cultura arbëreshë di provenienza. La sua figura, quindi è entrata nella nostra memoria. Alcune iniziative saranno organizzate per ricordare il 20° anniversario della scomparsa dell’“Avvocato degli albanesi”:

Il 25 gennaio 2020 alle ore 11.30 Il Comune di San Demetrio Corone alla presenza del Sindaco, Salvatore Lamirata, scoprirà una targa in marmo posta sulla casa natale dell’Avvocato G. A. M. Baffa;
Il 30 gennaio 2020 alle ore 15.30 nel Comune di Civita, presente il Sindaco Alessandro Tocci si intesterà la Sala Etnografica all’Avvocato G. A. M. Baffa; in questa occasione il Museo sarà arricchito di altri 28 manufatti giunti da Bologna ed in oltre sarà collocato in mostra permanente un prezioso costume arbëreshë dell’800 di proprietà di Eloisa Baffa, sorella dell’avvocato.

Un’altra targa che sarà collocata all’interno dell’abitazione natale dalla famiglia, dagli amici e dalla scrivente Associazione Bolognese, cosi riporta:‘ Gjàku i shprishur su harrùa ‘.

Le numerose iniziative organizzate negli ultimi lustri per rammendare gli strappi alla memoria dei popoli arbëreshë, italiano ed albanese sui tragici fatti, costituiscono un motivo di orgoglio per noi perché di quella memoria abbiamo saputo fare dono, riscoprendo il valore profondo della fratellanza, affiancandoci al dolore di chi è rimasto. Ecco perché ricordare è un dovere ed insieme un dono prezioso che ha permesso a tanti di ritrovare il senso di appartenenza ad una antica comunità e la partecipazione affettiva al suo secolare travaglio.

Bologna, 20 gennaio 2020 Associazione Skanderbeg di Bologna

Sen. Arnaldo Lomuti su morte tifoso del Rionero Vultur,FabioTucciariello

0

Potenza - Ho appena saputo della tragedia avvenuta oggi pomeriggio lungo la strada Basentana all'altezza di Vaglio di Basilicata. Quella che doveva essere una domenica di festa si è trasformata in un dramma. Non so a cosa possano servire le parole in questi casi (a trovarle) ma come comunità non possiamo che condannare quanto accaduto in maniera ferma e decisa. Siamo tutti tifosi di qualcosa, che sia un partito o movimento politico o che sia una squadra di calcio ma questi sono episodi che con lo sport non hanno nulla a che vedere. La violenza non deve mai essere valvola di sfogo in qualsivoglia contesto. Ognuno di noi, nel suo quotidiano, al lavoro, con gli amici, sull’autobus, può e deve fare la propria parte per contrastare questi fenomeni di violenza.
La mia vicinanza e il mio pensiero vanno ai familiari della vittima.

Sen. Arnaldo Lomuti

Vicepresidente gruppo parlamentare M5S Senato

Rionero in Vulture. Incontri zonali sulla Bibbia. Relatori padre Tony Leva e don Enzo

0

Rionero in Vulture (PZ) - Lo sacorso 14 gennaio presso il salone San Marco della Chiesa San Marco Evangelista, ha preso il via la Scuola Biblica Zonale in continuita' con la Settimana Biblica Diocesana.Cinque saranno gli incontri incontri per conoscere meglio la Bibbia e la Parola di Dio.

Lezione parte teorica sulla Bibbia a cura di padre Tony Leva dell'ordine monastico,Eremiti di Cerreto.Commento sulla Bibbia a cura di padre Enzo,Cappellano al Crob di Rionero in Vulture.Prima dell'intervento di padre Tony con notizie generali sulla Bibbia,a tutti i presenti e' stato consegnato un calendario Biblico per una lectio continua della Parola di Dio. Ad accogliere i numerosi presenti,don Giuseppe Cacosso,parroco della chiesa S.Marco Evangelista. Padre Tony Leva ha detto:"5 incontri che serviranno a conoscere meglio la Bibbia.Una parte teorica con notizie generali sulla Bibbia ed una parte Esegetica da parte di Padre Enzo con commenti sul Vangelo.

La Bibbia non e' altro che una collezione di libri,alcuni hanno in comune qualcosa,il genere che tratta,come un romanzo.La biblioteca biblica comprende diversi autori,diverse storie,idee sul mondo e della vita,teologi e,intenti ed interessi.Un esempio sono i quattro Vangeli descritti in modo diverso dai 4 Evangelisti.La Bibbia contiene diversi stili o generi letterari,un esempio sono il Cantico dei Cantico,sono un testo poetico.Ci sono voluti diverse epoche per scrivere la Bibbia,per completarla circa 1300 anni. La Bibbia e' un libro abbraccia tanti libri,il cui contenuto contiene la Parola di Dio. La Bibbia e' un corpo che contiene relazioni con Dio che ha voluto dire qualcosa di se',rivelandosi.

Si e' formata in un tempo così lungo ,dal XIII sec.a.C. circa, al II sec.d.C. con traduzione orale,prima di essere un libro,e' parola. E' stata scritta in ebraico,greco ed aramaico.I materiali utilizzati Sono stati il Papiro,la Pergamena,cocci e pareti.Non esiste nessuno scritto originale della Bibbia,siamo in possesso solo di manoscritti bel conservati come il codice Vaticano, il più antico.Tutto questo ci fa capire come la Bibbia sia arrivata a noi con materiale fragile e con difficoltà ad interpretare lo scritto,senza virgole e senza punti". Prossimo appuntamento il 18 febbraio.Altri incontri il 17 marzo,21 aprile e 19 maggio.

Auto investe ed uccide tifoso del Vultur Rionero

0

Potenza - Un giovane tifoso del Vultur Rionero è stato investito ed ucciso nella tarda mattina di oggi, nei pressi della stazione di Vaglio di Basilicata, da un'auto su cui viaggiavano tifosi del Melfi. Sul posto è intervenuta la polizia ed i soccorritori del 118. Nel pomeriggio tre persone sono state fermate e sottoposte ad interrogatorio.

Al PalaLanera l’Olimpia Basket Matera ospita il Corato

0
Agostino Origlio
Agostino Origlio

Matera - Seconda giornata del girone di ritorno del campionato di basket di serie B, che domani sera vedrà l’Olimpia Basket Matera tornare tra le mura amiche del PalaLanera per sfidare il Corato. I cestisti biancazzurri sono reduci dalla vittoria esterna sul campo del Formia, la decima consecutiva, che ha consentito di consolidare la seconda piazza in classifica a due sole lunghezze dalla capolista Palestrina. Il quintetto barese, da parte sua, non vive un momento particolarmente felice, e dopo quattro sconfitte consecutive è attestato a quota 12 punti in quintultima posizione in classifica, che attualmente significherebbe playout.

All’andata per la squadra di coach Agostino Origlio incappò nella sua prima sconfitta stagionale, un motivo in più per cercare di riequilibrare il conto con i pugliesi. “È passato un girone dalla prima sconfitta, loro erano forse nel loro momento migliore, avevano appena battuto Palestrina all’esordio ed erano carichi. In quella sfida trovammo subito un clima rovente e ci facemmo trovare impreparati – ricorda coach Origlio -. Ora la situazione si è un po’ ribaltata, le quattro sconfitte consecutive non permettono loro di vivere un momento felice, però pian piano, con qualche intervento sul gruppo, stanno ritrovando equilibri e nuove gerarchie.

Non sarà semplice, loro hanno rotazioni più corte nei piccoli e più lunghe nei centri, quindi hanno l’opzione di giocare con quintetti molto alti e fisici, sono bravi nelle situazioni di pike and roll. Da parte nostra, siamo contenti di questo cammino, ma convinti anche del fatto che il nostro più grande avversario siamo proprio noi; finora abbiamo fatto molto bene, ma dobbiamo essere bravi a tenere alto il livello, essere costanti nelle scelte e attenti a giocarla bene. In settimana ho dovuto gestire alcuni acciacchi, ma i ragazzi hanno stretto i denti e stanno bene”.

Col Corato sarà la prima di una serie di gare difficili e ravvicinate di un avvio di girone di ritorno che si preannuncia incandescente. “Si apre anche per noi un ciclo difficile, come lo è stato all’andata, con una serie di sfide ravvicinate e dall’elevato quoziente di difficoltà. Dovremo sapere gestire bene questi turni per continuare questa striscia il più a lungo possibile”.

AL PalaLanera alle 18.

Intanto, la Lega Pallacanestro ha comunicato che la sede della final eight di Coppa Italia, che si giocherà dal 6 all’8 marzo 2020, a cui prenderà parte anche lì’Olimpia Matera, sarà Ravenna.

Interrogazione parlamentare di Lomuti su Aeroporto di Pontecagnano

0

Potenza - La recente incorporazione in Gesac (la società di gestione dell’aeroporto di Napoli), dello scalo di Salerno costa d’Amalfi, finalizzata a dar vita ad un sistema aeroportuale integrato, prevede importanti investimenti in infrastrutture quali il rinnovo totale dell’Aeroporto situato a Pontecagnano, l’adeguamento della operatività della pista per renderla idonea ad aeromobili di medio e lungo raggio e ad un traffico internazionale; la realizzazione di  nuove piazzole, la ricostruzione del terminal passeggeri con architetture innovative e criteri di sostenibilità ambientale, l’adeguamento della viabilità di accesso stradale e ferroviario, gli svincoli autostradali e la realizzazione di una stazione connessa all’aeroporto, tutto finalizzato per creare un scalo internazionale dalla capacità di 6 milioni di passeggeri annui.

Il Senatore Arnaldo Lomuti, Vicepresidente del gruppo parlamentare del Movimento 5 Stelle, su questa operazione, importante per lo sviluppo della Basilicata, ha presentato una interrogazione parlamentare al Ministro delle infrastrutture e dei Trasporti, chiedendo di conoscere esattamente lo stato dei fatti , la tempistica del programma degli interventi, visto che la prima fase del potenziamento dell’aeroporto di Pontecagnano dovrebbe essere completata nel 2022, e se nella  pianificazione delle infrastrutture degli assi di collegamento programmate si tiene conto della Basilicata.

La realizzazione di uno scalo aeroportuale internazionale a Pontecagnano riveste grandissima importanza per la Regione Basilicata, ha affermato il Sen. Lomuti, ed in particolare per la città di Potenza, la sua provincia, per le località costiere della fascia tirrenica di Maratea e tutte le aree turistiche e produttive della Basilicata occidentale sino al Pollino, ma serve uno sforzo in più per la rete di collegamento, comunicazioni e trasporti con la nostra regione per prenderne appieno vantaggio.

Questo aeroporto internazionale può essere considerato come “ strategico”  per la Provincia di Potenza e la Regione Basilicata. Gli studi e gli indicatori socioeconomici dimostrano come le potenzialità dei territori, in termini di sviluppo economico e attrattività turistica, possano grazie al trasporto aereo essere pienamente sfruttati perchè si incrementa e facilita la mobilità.Ad un aumento della  connettività corrisponde un aumento del pil procapite, si favorisce il turismo, la forza lavoro, si attraggono investimenti esteri, si creano più opportunità per le merci, per l’esportazione, tenendo conto che le previsioni del traffico aereo europeo indicano che questo raddoppierà nei prossimi 15 anni vuol dire connettersi ad una prospettiva di crescita.  

Tutto questo significa generare tantissime occasioni di sviluppo, per questo la Basilicata, deve essere parte di questo Master Plan, deve saper pianificare, programmare con competenza e visione, interagire con il Governo e la Regione Campania. Lomuti ha dichiarato che non si può assolutamente permettere che per incompetenza, miopia, invidie e provincialismo, la Basilicata non prenda vantaggio da una simile opportunità che ad ogni modo verrà realizzata.La Basilicata specialmente l’area occidentale, che paga del suo isolamento, deve cogliere questa occasione per aprirsi al mondo, per creare nuove opportunità e crescere in modo sostenibile.

Sen. Arnaldo Lomuti
Vicepresidente gruppo parlamentare M5S Senato

Altro che “sostenibilità”: il collegamento lucano all’alta velocità sembrerebbe molto vantaggioso soprattutto per Trenitalia

0

Potenza - Una delle novità più rilevanti degli ultimi anni nel settore dei trasporti regionali è stata sicuramente l’istituzione del servizio “Frecciarossa”, col quale la nostra regione si collega alla linea dell’alta velocità nazionale.

Il buon numero di passeggeri ha fatto sì che si rivitalizzasse lo scalo di Ferrandina che fino a qualche tempo fa sembrava un abbandonato luogo spettrale. Tuttavia, come ben certificato dal rapporto “Pendolaria” di Legambiente, la situazione dei trasporti lucana non è delle migliori e c’è ancora tanto lavoro da fare: la linea sulla quale circola il Frecciarossa, la Battipaglia-Potenza-Metaponto, è tra le 10 peggiori di tutta italia. 

Nelle scorse settimane abbiamo raccontato gli esiti delle interlocuzioni con il responsabile del dipartimento trasporti, sulla rendicontazione economica dei primi due anni di servizi e non avevamo nascosto le nostre perplessità.

Come ormai noto, la regione Basilicata mette a disposizione un contributo per l’espletamento della tratta regionale del Frecciarossa: nel primo biennio ammontava a circa 3,3 milioni di euro mentre, col nuovo contratto, si spenderanno circa 3 milioni di euro.

I nostri dubbi, confermati a seguito di una attenta analisi, erano relativi al modo in cui erano stati calcolati i proventi di Trenitalia rispetto alla tratta. Il contributo regionale è stato stanziato per garantire la sostenibilità del servizio, ma i ricavi dell’operatore parrebbero aver superato le più rosee aspettative. Secondo i dati a nostra disposizione, per il periodo corrispondente a gennaio - settembre 2017, applicando la tariffa più bassa, Trenitalia avrebbe incassato, in nove mesi, oltre quattro  milioni in piú rispetto a quanto preventivato, al netto del contributo regionale, nel Piano Economico Finanziario relativo al servizio per l'intero anno. Ora, contratto alla mano, si può leggere che nella quantificazione dei ricavi rivenienti dalla linea ferroviaria si debba tener conto di tutti i titoli di viaggio venduti agli utenti del servizio attivato nella tratta in oggetto. Stando ai dati di cui siamo in possesso, richiesti ed ottenuti mesi addietro con formale richiesta di accesso agli atti, il tratto ferroviario lucano, da 'insostenibile' e bistrattato che era, sembrerebbe essersi trasformato in una gallina dalle uova d’oro per Trenitalia. 

A questo punto crediamo sia doveroso effettuare una ricognizione dettagliata da parte del dipartimento per verificare se ci sono i presupposti per il recupero di eventuali somme non dovute da parte della regione. A tal proposito abbiamo interpellato l’assessore Merra con una interrogazione.

Visto, quindi, che il collegamento all’alta velocità sembrerebbe pienamente vantaggioso per tutti (anche la Puglia ha recentemente deciso di rinnovare l’accordo), l’obiettivo del futuro prossimo dovrebbe essere quello di potenziare le infrastrutture ferroviarie al fine di uscire dalle classifiche della vergogna. Trasporti efficienti e  moderni sono la chiave per uscire da un isolamento endemico a cui dobbiamo porre fine una volta per tutte. Ci impegneremo a fondo per continuare a dare il nostro contributo fattivo per raggiungere questo obiettivo. 

Leggi testo interrogazione

Gianni Perrino-Portavoce M5S Basilicata - Consiglio Regionale

INCONTRO PUBBLICO VERSO IL CONGRESSO DEL PD DI VENOSA

0

Venosa (PZ) - La migrazione dei nostri giovani, le difficoltà economiche e sociali, l’incapacità di leggere i cambiamenti globali in particolare nella comunicazione, la precarietà in cui è costretta a vivere la maggior parte della società, una classe dirigente a tratti litigiosa e poco attenta ai bisogni del paese, hanno prodotto inevitabilmente confusione e sfiducia, hanno abbassato il senso di appartenenza alla comunità, hanno allontanato i cittadini dalla politica e hanno alimentato incertezza nel domani generando così una mancanza di prospettiva.

Il culmine, nella città di Venosa, lo abbiamo raggiunto nell’ultima tornata elettorale del maggio 2019: la presentazione di cinque liste e il malcontento di tanti che nonostante tutto non si sentivano rappresentati dai soggetti in campo, la dicono lunga sul momento complicato che il nostro paese sta attraversando.
Questi, in estrema sintesi, i punti da cui parte l'analisi del circolo PD di Venosa che, per bocca del suo reggente, Telmo Petrelli, prova a indicare finalmente possibili soluzioni.

Operazione non facile perché la politica, e il PD in particolare, sembra essere additato come principale responsabile del clima di difficoltà sociale e di isolamento in cui devono barcamenarsi i cittadini venosini. Per queste e per tante altre ragioni, il Circolo PD di Venosa, insieme alla segretaria provinciale di Potenza Maura Locantore, si incontrerà oggi pomeriggio, venerdì 17 in barba a qualunque scaramanzia, per iniziare un percorso che conduca …verso il congresso.

Il nuovo PD non vuole sottrarsi alle responsabilità, anche non proprie, e alle difficoltà che hanno determinato il momento storico presente; bensi, con il coinvolgimento e l'aiuto dei giovani democratici (sabato 18 gennaio celebreranno il congresso GD del circolo), con il tentativo di una sempre maggiore inclusione delle donne, con una azione di ascolto e di condivisione di soggetti politici e delle associazioni, il PD di Venosa intende tracciare linee programmatiche in grado di riportare i cittadini e i loro bisogni al centro della scena politica e per ritrovare quella speranza in grado di ridare un futuro più roseo al nostro paese.

Meno parole e soprattutto meno polemiche sterili. Vogliamo aprire un dibattito continuo e costante sui temi essenziali per la crescita e lo sviluppo di una città inserita in un’area importante della regione. Vogliamo contrastare l’isolamento ponendo al centro del dibattito le infrastrutture viarie e tecnologiche. Il completamento dell'oraziana, l'ingresso nel parco del vulture, il rilancio turistico con l'istituzione di un corso di studi universitario di archeologia e di restauro, non sono che i primi passi che si intendono compiere.

Vogliamo mostrare la nostra attenzione alle tematiche ambientali; dalle estrazioni petrolifere alla centrale di biometano passando per la raccolta differenziata.
Le idee sono tante e la volontà di affrontare questa sfida non manca ma, c'è bisogno di fare rete. C’è bisogno di immaginare il futuro in una azione che sfrutti le risorse comunitarie in una dinamica dell’intero territorio del vulture melfese.

Siamo consapevoli che senza le dovute sinergie non ce la si può fare. Vorremmo, quindi, condividere questo progetto con tutti coloro che hanno a cuore le sorti della nostra città in una ottica di crescita dell'intera area e in un lavoro di squadra basato su una visione orizzontale e non verticistica.
Ascoltare è il primo passo verso una possibile adesione e condivisione.
Ed è quello l’obiettivo del nostro primo incontro di oggi alle ore 18:00 presso la Casa del Popolo di Viale I Maggio. Se pensiamo di poter dare un contributo e per sostenere le idee di un partito inclusivo e riformista, bisogna esserci per non delegare tale impegno ad altri.

1,036FansLike
313FollowersFollow
Potenza
nebbia
1 ° C
1 °
1 °
86 %
1kmh
90 %
Dom
8 °
Lun
4 °
Mar
7 °
Mer
10 °
Gio
12 °

Meteo a Matera

Matera
nubi sparse
14.5 ° C
18 °
11.7 °
76 %
4.1kmh
40 %
Mer
12 °
Gio
11 °
Ven
14 °
Sab
16 °
Dom
18 °

Libri e recensioni

Circoli Lucani

Fuori Regione

Nicoletti a CMT Stoccarda

La Basilicata alla CMT di Stoccarda

0
Potenza - L’11 e il 12 gennaio Apt Basilicata è stata protagonista alla CMT di Stoccarda,...
Taranto 2 Mari 1 Anima

TARANTO 2 MARI 1 ANIMA