Ripacandida-La squadra del Ripacandida scesa in campo
Ripacandida-La squadra del Ripacandida scesa in campo

Ripacandida (PZ) - Un Ripacandida che non ti aspetti. Sembrava sulla carta una partita facile, invece i giovani del Melfi, guidati da mister Destino, sono riusciti a conquistare un meritato pareggio( in settimana il presidente Navazio, presente alla partita, completerà la rosa della squadra, con un forte difensore). Sugli scudi il portiere del Melfi, Natale, autore di strepitose parate.

Non sono bastate le tre traverse colpite dal Ripacandida. Osservato un minuto di raccoglimento per la morte dell’arbitro De Santis, avvenuto in settimana. La cronaca. Parte bene il Ripacandida, al 3’ tiro insidioso di Asante,Natale devia in angolo. Al 9’ Casorelli per Sfera, diretto in porta, viene fermato in angolo da Propato. Al 15’ Cappa, ex Ripacandida, dalla distanza, su punizione colpisce la traversa.

Al 18’ Scavone per Lomaestro, il suo cross davanti la porta avversaria, non viene seguito da nessuno dei compagni.Al 25’ punizione di Pietragalla, uno specialista,da buona posizione, manda la palla oltre la traversa.Al 28’ occasione da gol fallita dal Ripacandida, Lovecchio dalla fascia destra, serve Scavone un invitante pallone, che lo smista a Calderoni, che da pochi passi dalla porta, spedisce la palla a fondo campo. Al 34’ in contropiede il Melfi con Casorelli, dopo aver fatto 20 metri in solitudine, serve Casorella, che davanti la porta, si fa anticipare dagli avversari.

Al 36’ lungo assist di Lovecchio ( buona la sua prova) in area avversaria, per la testa di Scavone, che si fa parare la conclusione ravvicinata da Natale. Al 40’ lungo lancio di Pietragalla per Lomaestro, diretto in porta, viene fermato dall’ex compagno di squadra, Cappa.Al 42’ punizione di Asante, Natalle non si fa sorprendere e salva.Al 44’ tiro-cross di Lomaestro in area avversaria, Natale anticipa tutti e sventa il pericolo.Nella ripresa, il Ripacandida alza il baricentro del gioco, ma il gol non arriva. Al 55’ al tiro Scavone, Natale di pugno respinge.

Al 57’ la punizione di Pietragalla si infrange sulla barriera. Al 60’ Casorelli vuole strafare, si libera di alcuni avversari, entrato in area, perde palla. Al 65’ cross di Lomaestro per la testa di Lovecchio, che da pochi passi dalla porta, manda la palla a fondo campo. Al 70’ Sciaraffa dalla fascia serve Scavone, in area avversaria,che da buona posizione, manda la palla alle stelle. Al 75’ Lovecchio per Caputo che davanti la porta, manca il tap-in.

E’ ancora Lovecchio a servire Calderoni davanti la porta avversaria, che sbaglia il tiro.Al 79’ al tiro Sinisgalli, Propato blocca. Al 81’ Casorelli da buona posizione, manda la palla a fondo campo.Al 85’ una punizione di Pietragalla che non va a buon fine. Al 86’ tiro-cross di Lomaestro, tocca la traversa e finisce a fondo campo. Al 87’ è la volta di Scavone, servito da Lomaestro, a colpire di testa la traversa. L’ultima azione al 90’ Pietragalla per Scavone, che manda a fondo campo.

Ripacandida-La squadra del Melfi scesa in campo
Ripacandida-La squadra del Melfi scesa in campo

Calcio.Eccellenza Lucana.Coppa Italia Gian Franco Lupo.Ottavi di finale,andata. Ripacandida-Melfi 0-0. La corazzata Ripacandida,pur colpendo tre traverse, si fa fermare da un Melfi,imbottito di tanti giovani.Osservato un minuto di raccoglimento per la morte dell’arbitro De Santis.

Ripacandida: Propato,Crisanti,Lamorte,Loveccio,Asante,Lomaestro,Pietragalla,Larotonda ( al 50’ Sciaraffa); Scavone,CalderoniIngenito. A disposizione:Casorelli,Basta,Bisceglia,Di lucchio,Gesualdo. All:De stefano.

Melfi:Natale.Caramuta,Sinisgalli,Battilana,Cappa,Kurti,Pellegrino,Somma,Casorelli ( al 38’ II tempo Maiorino),Casorella, Sfera ( al 15’ II tempo Potenza F.). A disposizione: Della Luna, Barbetta,Gliaschera,Potenza S.,Vitelli,Marin,Di Senso. All: Destino.

Arbitro: Marongiu di Potenza. Assistenti: Catino-Luciano, sezione di Venosa.