Lavello-Gli undici scesi in campo
Lavello-Gli undici scesi in campo

Venosa (PZ) - Il big-match della giornata, tra le due pretendenti alla vittoria finale del campionato, viene vinta dalla squadra di mister Zeman in pieno recupero al 91’ con un rigore trasformato da Liurni, su atterramento di Corna, diretto in porta. La partita è stata fortemente condizionata da un vento fastidioso, ne hanno risentito i giocatori con palla a terra.

Parte bene l’Andria, al 1’ Cristaldi al tiro, Franetovic devia in angolo.Passa un minuto, tiro ravvicinato di Primari,Franetovic salva la propria porta.Reagisce il Lavello ed al 5’ al tiro Longo, palla respinta da un difensore ospite. 8’Burzio serve Herrera ad un tiro finito a fondo campo. 9’ Cristaldi in contropiede viene fermato da Brunetti che manda la palla in fallo laterale. Al 12’ al tiro Burzio, palla condizionata dal vento, finisce tra le braccia del portiere.15’ tiro-cross insidioso in area avversaria di Vitofrancesco dalla fascia, pallone sventato da Lacascia.

18’ Manzo ricorre ad un fallo per fermare Herrera diretto verso la porta. 21’ insidioso tiro-cross in area di Carullo ( il migliore in campo), palla deviata in angolo da Brunetti( buona la sua prova). Al 23’ Herrera per Longo, diretto verso la porta, che non arriva per un soffio sul pallone. Al 26’ suggerimento sbagliato di Garcia, palla tra i piedi di Carullo che a tu per tu con Franetovic, si fa parare il tiro. Passa due minuti e Carullo scende dalla fascia, entrato in area si fa sorprendere la palla da un attento Franetovic( buona la sua prova).

Al 30’ Primari viene fermato fallosamente da Vitofrancesco, la punizione battuta da Carullo si infrange sulla barriera del Lavello.Al 35’ Cristaldi al tiro, Vitofrancesco ci mette una pezza e devia la conclusione a rete. Al 37’ Tuttisanti dalla fascia destra effettua un tiro insidioso, deviato da Anatrella. 38’Herrera per Burzio che in area avversaria non affonda. 40’ al tiro Cristaldi, palla smorzata da Brunetti. Ripresa. Il Lavello cambia il portiere, Franetovic si infortuna e viene sostituito da Carretta, lavellese doc.

Al 10’ Longo, ben servito da un compagno, davanti la porta manca l’aggancio. Il Lavello mette in campo Corna e Liurni. Al 17’ sugli sviluppi di un calcio di punizione battuto da Carullo, Monaco davanti la porta, manca il tap-in.Al 18’Brunetti su tiro-cross di Carullo, sventa il pericolo. Al 24’ viene espulso Venturini dell’Andria per aver commesso un fallo da ultimo uomo su Liurni, diretto in porta.La superiorità numerica del Lavello non dà frutti sperati.

Al 30’ Corna salva su un cross insidioso di Carullo.Al 33’ punizione di Herrera arriva tra le braccia del portiere, favorito anche dal vento contrario.Al 38’ altro tiro di Herrera fermato dal vento sfavorevole. Al 40’ su angolo di Marotta, il portiere anticipa su un nugolo di giocatori.

La partita sembra destinata sullo 0 a 0. Ma al 91’, nei tre minuti di recupero concessi dall’arbitro, arriva il gol per il Lavello, Burzio serve Corna in area avversaria che viene “falciato” da un avversario, rigore sacrosanto trasformato da Liurni.Al fischio finale tutti a festeggiare il Lavello.

INTERVISTE DI FINE PARTITA.
Mister Zeman: “ Una partita difficile da analizzare, condizionata da un vento fastidioso. Siamo stati più fortunati dell’Andria, dimostratasi un collettivo dal fisico forte. Ci abbiamo messo il cuore. E’ un campionato equilibrato, si può vincere e perdere contro chiunque.

Chi gioca meglio, prevale”. Il Presidente del Lavello, Vincenzo Caputo ha aggiunto: “ il buon calcio che caratterizza la nostra squadra, con palla a terra e perfette geometrie,rovinato da un forte vento fastidioso”.

Mister Panarelli dell’Andria: “abbiamo sbagliato tante conclusioni nel I tempo, dovevamo essere più concreti sotto porta. Non meritavamo la sconfitta. Secondo tempo equilibrato. Un pareggio sarebbe stato il risultato giusto”.