Ginestra-Il cartello di divieto di transito
Ginestra-Il cartello di divieto di transito

Ginestra (PZ) - Dal 24 gennaio 2020 la strada provinciale n°10 IV tronco venosina Ginestra-Venosa è stata chiusa al transito nei tre km, pieni di buche ed avvallamenti, dalla Provincia di Potenza con cartelli di divieto di transito, fatta eccezione per i frontisti. 1 km ricade nel Comune di Ginestra,i restanti 2 km in quello di Venosa.Possono transitare solo i frontisti( chi ha un appezzamento di terreno).Vale a dire che chi transita su questa strada e' un abusivo e puo' incorrere in una multa!

Infuriati alcuni cittadini in quanto ritengono questo provvedimento drastico verso la comunità ginestrina.Dopo la mancata uscita sotto il campo sportivo dell'Oraziana,adesso Ginestra sembra completamente isolato.Alcuni cittadini del piccolo centro del vulture, tra questi l’azienda vinicola Laluce, che proprio su questa strada provinciale chiusa dalla Provincia ha vigneti per la coltivazione dell’uva, si sente defraudata in quanto non possono più ricevere clienti.

il Sindaco del piccolo centro arbereshe, Fiorella Pompa, nell’ultimo consiglio comunale dello scorso 30 luglio ha chiesto l’intervento della Provincia di Potenza per mettere in sicurezza la strada provinciale n° 10 IV tronco Ginestra-Venosa, coinvolgendo anche il Comune di Venosa, in quanto gran parte della strada ricade nel suo territorio( mai giunta una risposta dalla cittadina oraziana!).

Ecco una sintesi dell’intervento del Sindaco( mozione inviata alla Provincia di Potenza): “ è mio compito doveroso, nell’esercizio delle funzioni di vigilanza attribuite alla competenza del sindaco dall’art. 29 dello Statuto comunale, di sottoporre alla Vostra cortese attenzione in questo Consiglio, quale Organo collegiale rinvestito delle competenze e dei poteri di cui all’art. 11 dello stesso Statuto, la situazione di grave dissesto della Strada provinciale n. 10, dal chilometro 83,00 al chilometro 85,00; un dissesto che richiede interventi urgenti di manutenzione ordinaria e straordinaria per ripristinare la percorribilità della stesso tratto di strada in regime di sicurezza e senza alcun rischio per persone e cose.

Un secondo motivo di rilevanza di questa mozione è rappresentato dal fatto che la competenza degli interventi manutentivi richiesti per il ripristino della sicurezza stradale è attestata non al Comune ma all’Ente Provincia, quale proprietaria dell’arteria, nei cui confronti il Comune si pone nello status di soggetto istituzionale equi ordinato, in attuazione dei principi costituzionali, e in un rapporto ispirato a criteri di collaborazione, cooperazione e associazionismo nel rispetto delle rispettive posizioni istituzionali (Art. 1 Statuto Comunale, Autonomia statutaria).