Anatomy of Inspiration di M. Bittante foto C. Valla
Anatomy of Inspiration di M. Bittante foto C. Valla
Anatomy of Inspiration di M. Bittante foto C. Valla
Anatomy of Inspiration di M. Bittante foto C. Valla

Matera – Ultimi due appuntamenti in calendario per la stagione estiva del Consorzio dei Teatri Uniti di Basilicata.
Il primo è una performance di danza, disciplina nuova della programmazione del consorzio ma che ha avuto un ruolo importante e che continuerà ad averlo anche nella stagione invernale. Per adesso però la data da segnare è quella di domani, venerdì 10 agosto.

A Matera andrà infatti in scena lo straordinario Anatomy of Inspiration nato dalla collaborazione creativa del coreografo Matteo Bittante, già ospite con il suo site specific (ieri e oggi) a Palazzo Lanfranchi, con il cantante e compositore polistrumentista, Chris Costa e con lo stilista tedesco dal gusto rock, Tom Rebl, e prodotto dalla DanceHaus Company. Sette ballerini in scena portano a riflettere sulla condizione in cui ciascun individuo vive all’interno della società, e sulla relazione che l’arte ha con il potere. Potere e Arte, un binomio a volte impercettibile, un legame sotterraneo, eppure radicato da secoli.

In scena, i danzatori che accompagnano il coreografo in questa performance rispondono con i loro corpi ad un disegno di stili e sonorità originali che spaziano dall’elettronica al rap accompagnando lo spettatore in un turbinio ipnotico di suggestioni e ritmi forti ed energici. Alla ricerca dell’ispirazione, alla ricerca di una, seppur temporanea, salvifica bellezza.

Il gran finale è affidato invece all’omaggio a Rocco Scotellaro, uno dei maggiori poeti e intellettuali lucani con I fuochi di San Pancrazio di Rocco Scotellaro, con Francesco Sigillino. Un omaggio che è anche simbolo della volontà del Consorzio di restare fedele e vicino alla storia e alle tradizioni lucane, valorizzando i personaggi e i luoghi di una terra bellissima tutta da scoprire. Lo spettacolo andrà in scena sabato 11 agosto nel suggestivo Anfiteatro Romano di Grumento (inizio ore 21.30).

Sul palco, la vita di un Pirotecnico Lucano e della sua famiglia attraverso le disgrazie, le difficoltà, i modesti successi, la fama raggiunta in una cerchia sempre più larga di paesi, le sventure che lo obbligano a ricominciare continuamente da capo e al coraggio col quale le affronta e continua la sua vita. Tratto da una storia vera, coinvolgente, presenta allo spettatore una Lucanità inedita. I fuochi di San Pancrazio è prodotto dall’associazione culturale Virò, tratto da un’opera inedita di Scotellaro, con la supervisione di Carlo Levi, nella raccolta di inediti Giovani Soli e pubblicato da Basilicata Editrice dopo la scomparsa dell’autore.

INFORMAZIONI UTILI PER ACQUISTO BIGLIETTI
ORARIO PER TUTTI GLI SPETTACOLI: Ingresso ore 20:45; Sipario ore 21:30

Biglietti Botteghino: Intero 18,00/ridotto 15.00 / Tub Young 8,00 euro
Biglietteria Online: http://www.infotickets.it/ Tel. 0971.274704

Il giorno dello spettacolo la biglietteria apre alle ore 20.00 nella stessa location dello spettacolo. In caso di pioggia gli spettacoli si terranno al chiuso.

Articolo precedentePalazzo San Gervasio. Rievocazione storica: da Federico II a Re Manfredi
Articolo successivoStorie di ponti
Docente presso Ministero della Pubblica Istruzione, giornalista e collaboratore de: Il Quotidiano della Basilicata e di numerosi siti on-line. Vive a Ginestra.