Home Matera Festa patronale della Madonna della Bruna. La Condotta Slow Food e il...

Festa patronale della Madonna della Bruna. La Condotta Slow Food e il Mercato della Terra di Matera presenti in via Don Minzoni

Per uno street food di qualità durante i festeggiamenti dal 29 giugno al 2 luglio 2023.

SlowFoodMatera FestaDellaBruna
SlowFoodMatera FestaDellaBruna

Matera – Si terrà in via don Minzoni a Matera da giovedì 29 giugno fino a domenica 2 luglio l’edizione speciale del Mercato della Terra dedicata alla Festa della Bruna, una iniziativa promossa e organizzata dalla Condotta Slow Food locale.

In occasione della Festa Patronale della S.S. Maria della Bruna, Slow Food Matera APS, allestirà in via Don Minzoni cinque stand gastronomici di divulgazione ed educazione alimentare con degustazione di prodotti locali per promuovere la salvaguardia delle risorse alimentari locali, la biodiversità e la promozione del cibo buono pulito e giusto in continuità con i concetti e i propositi del recente convegno promosso dal Comune di Matera “Patto per promuovere l’Italia del buon cibo con la bellezza del paesaggio rurale e l’unicità del patrimonio culturale”.

Aperto a dicembre del 2022, il Mercato della Terra di Matera ha continuato le sue attività ogni terzo sabato del mese sul sagrato della Chiesa Maria SS Addolorata, ospite della Parrocchia di Serra Venerdì con la collaborazione della comunità parrocchiale e del Parroco, partecipando a giugno anche alle iniziative promosse dalla Consulta Nazionale dei Distretti del Cibo presso Casa Cava a Matera.

“Abbiamo voluto organizzare questa edizione speciale del Mercato della Terra in occasione delle festività patronali perché vorremmo dimostrare che è possibile produrre dello street food di qualità anche durante gli eventi più partecipati” spiega Emanuele Frascella, Fiduciario della Condotta Slow Food di Matera “il Mercato della Terra è un appuntamento a cui i materani si stanno affezionando, dove è possibile acquistare i prodotti del territorio e conoscere nuove qualità di frutta, verdura, formaggi, birre…per questa occasione di festa abbiamo voluto puntare più sulle degustazioni, sulle proposte gastronomiche così da accompagnare tutti i partecipanti nei percorsi della tradizione legati alla festa patronale”.

“Negli stand che allestiremo non proporremo solo i prodotti ma li racconteremo” aggiunge Eustacchio Ruggieri, responsabile tecnico Slow food Matera “attraverso una nuova etichetta che affianca l’etichetta obbligatoria che, accanto alle indicazioni previste dalla legge, fornisce informazioni sui produttori, sulle varietà vegetali e sui territori dove sono coltivate e ovviamente attraverso i racconti dei produttori e degli associati alla Condotta”

“Con estrema umiltà ci stiamo avvicinando all’agricoltura sociale anche attraverso la collaborazione con la Condotta Slow Food di Matera” racconta Michele Plati, presidente della cooperativa agricola sociale MEST “perché crediamo fortemente nelle grandi potenzialità di inclusione che il cibo e l’agricoltura sostenibile possono dare, parteciperemo a questa iniziativa con la nostra birra e con i piatti del bistrot Panecotto per dare a tutti la possibilità di assaggiare cibo di qualità, non solo organolettica, cibo buono sotto tutti i punti di vista”.

Negli gli stand allestiti da Slow Food Matera sarà possibile assaggiare la birra prodotta da Mest di Matera e Brew & Cook di Montescaglioso, i formaggi dell’Azienda Agricola Riccardi, le confetture e le conserve dell’Agriturismo Colle Igino, la pasta e i taralli dell’Azienda Trentadue, i prodotti dell’Azienda M&D, la frutta fresca e i trasformati di Jelù, i peperoni cruschi dell’azienda Ricordo di Lucania e i piatti del Consorzio La Città essenziale con il suo ristorante, Panecotto.

Anche questa attività rientra nei valori e principi alla base dello Statuto Associativo della Condotta Slow Food di Matera per creare un interesse culturale diffuso nei riguardi delle eccellenze lucane e materane con il coinvolgimento dei produttori dei Presidi Slow Food di prossimità e per diffondere stili di vita dedicati all’autenticità, alla sostenibilità e alle risorse del territorio. Le Aziende Agroalimentari coinvolte nella manifestazione temporanea rientrano nella Fondazione Internazionale Slow Food per la Biodiversità Onlus denominato “Mercati della Terra”.

Exit mobile version