gospel venosa
gospel venosa

VENOSA (PZ) – Si è tenuto a Venosa il tradizionale concerto di musica gospel del 26 dicembre, che ha visto protagonista quest’anno la formazione Feel The Joy Gospel Choir, nell’ambito della XVII edizione del Festival dei Cinque Continenti – Xmas Edition, manifestazione organizzata dall’associazione culturale “Il Circo dell’Arte” in collaborazione con il Comune di Venosa. La serata si è svolta all’interno della Concattedrale di Sant’Andrea e ha riscontrato ancora una volta una risposta importante da parte della comunità venosina.

Il pubblico presente ha assistito entusiasta e partecipe alla performance del gruppo composto dalle voci di Dora Minicucci, Serena Minicucci, Daria Tanno, Michela Marchetta e Vincenzo Limongi, accompagnati da Marco Mancini (piano), Nicola Cordisco (chitarra), Luca Di Muzio (basso) e Alberto Romano (batteria).

Nel corso del concerto, durato oltre un’ora, Feel The Joy Gospel Choir hanno saputo emozionare e trascinare gli spettatori, proponendo un repertorio di musica gospel contemporanea composto da brani come “Glory to God almighty”, “My life is in your hands”, “Do not pass me by” e “Oh happy day” e canti spiritual come “Total praise” e “I wanna be ready”, alternati a pezzi dal sapore soul e r&b, tra cui “I say a little prayer”, “I believe I can fly”, “Stand by me”, “Total praise”, insieme a classici natalizi come “Hark! The herald angels sing”, “Santa Claus is coming to town”, “Joy to the world”, “Jesus, oh what a wonderful child” e “Happy Xmas (war is over)”.

La speciale versione natalizia del Festival dei Cinque Continenti prosegue fino al 5 gennaio con altri quattro appuntamenti. Il mimo e clown Mr Mustache sarà al centro dello spettacolo “The best disasters”, in programma martedì 27 dicembre alle 18.30 nell’Auditorium San Domenico. Un personaggio impacciato e maldestro sarà messo a dura prova da disavventure, incidenti e rocambolesche gag. Uno spettacolo comico, disequilibrato e volutamente disastroso con il quale Mister Mustache rivela un lato umano che più accomuna tutti gli esseri umani: l’imperfezione.

“BanDita” di SilviOmbre è lo spettacolo di ombre cinesi che andrà in scena giovedì 29 dicembre alle 18.30, nella Chiesa di Santa Maria della Scala. Una banda di dieci dita danza nella luce, un gioco di mani che diventano animali e personaggi. L’ombra incontra la luce, l’immagine incontra la musica. Un vero piacere per gli occhi e per le orecchie.

Uno spettacolo di clowneria e cabaret sarà proposto martedì 3 gennaio alle 18.30, nella location dell’Auditorium di San Domenico, da Otto Panzer con il suo “One Man Show”. Pirotecnico nel suo approccio con il pubblico, Otto è un simpaticissimo clown, vestito da direttore di un improbabile e misterioso circo, che presenta numeri di autentica bizzarria.

La XVII edizione del Festival dei Cinque Continenti si chiuderà giovedì 5 gennaio con una serata dedicata all’osservazione del cielo e delle stelle in attesa dell’Epifania. “La notte delle stelle… aspettando la Befana” si svolgerà sul Loggiato del Castello “Pirro del Balzo” a partire dalle 17.30. Tutti gli eventi della rassegna sono gratuiti.

Articolo precedenteDue giornate con Gommalacca per celebrare il teatro e le residenze artistiche
Articolo successivoVenosa. Un successo il concerto natalizio a cura del gospel abruzzese e molisano
Ha collaborato negli anni 80 con alcuni quotidiani modenesi giornalista e responsabile della pubblicità della cooperativa Editoriale Emilia, appassionato di informatica fonda il sito Lucani in Europa nel 2005. Vive a Castelfranco Emilia ma nato a Stigliano (MT).