Potenza – Si chiude con una vittoria il campionato 2018/2019 del CUS Potenza Rugby che tra le mura amiche del campo scuola, ha battuto per 36 a 10 un ottimo Draghi BAT al termine di un match ben giocato da entrambe le squadre. Dodicesima vittoria in tredici partite disputate per Lotito e compagni, vittoria che è valsa il secondo posto in classifica finale.

Potenza che parte con il piede giusto e già dopo due minuti va in meta con il N.8 Rocco Di Melfi che schiaccia dopo una ripartenza da mischia chiusa, Stefano Pergola trasforma, 7 a 0. I Cussini giocano un buon rugby ma i Draghi BAT si difendono egregiamente, disinnescando le azioni di attacco dei nero verdi. La difesa eretta dai Draghi viene meno però al 16’ quando il pilone Giuseppe Esposito trova un varco nel muro difensivo e deposita la palla in meta, capitan Lotito non trasforma, 12 a 0.

Il Potenza continua a martellare la difesa ospite e al 21’ il secondo centro Stefano Pergola riesce dopo una potente penetrazione a schiacciare in meta, lo stesso Pergola trasforma 19 a 3. I leoni con la terza marcatura abbassano un po’ la pressione e i Draghi ne approfittano per mettere in difficoltà i padroni di casa che cominciano a sfilacciarsi un po’, soprattutto in difesa. L’indisciplina comincia a serpeggiare tra le fila potentine e dopo l’ennesimo fallo in ruck, i Draghi piazzano la punizione del 19 a 3 al 30’. Negli ultimi dieci minuti le squadre si controllano a vicenda e il primo tempo si chiude sul 19 a 3.

Cus Potenza Rugby
Cus Potenza Rugby

Nella ripresa i Draghi sembrano voler prendere in mano il pallino del gioco e per 15 minuti mettono in difficoltà i leoni che non riescono a trovare il bandolo della matassa soprattutto in difesa. Nonostante le difficoltà, Lotito e compagni resistono alle folate avversarie e al 55’ ancora una volta Stefano Pergola è il più veloce a recuperare una palla vagante e a correre in meta, la marcatura non viene trasformata e il risultato va così sul 24 a 3. Il Potenza dopo la meta segnata si desta e ricomincia a giocare un rugby fluido ed efficace ma i Draghi si dimostrano una bella squadra ben messa in campo che controbatte gli attacchi dei leoni.

Al 69’ però Rocco Di Melfi trova un buco e riesce a depositare la palla in meta, Stefano Pergola trasforma 31 a 3. I Draghi però non ci stanno e al 76’ trovano la meta dell’orgoglio che viene trasformata, 31 a 10. Prima dello scadere i padroni di casa danno ancora spettacolo con una meta bellissima, al 78’ nata da un calcio passaggio di Gabriele Giordano e finalizzata da Giuseppe Esposito, meta non trasformata che fissa così il punteggio sul 36 a 10.

Soddisfatto a fine partita coach Giovanni Passarella “Abbiamo giocato una buona partita al cospetto di una squadra ben messa in campo. Abbiamo chiuso questo campionato nel migliore dei modi, vincendo ed agguantando il secondo posto in classifica che ci ripaga di tutti i sacrifici fatti lungo tutti questi mesi.”

Menzione particolare va al pilone Nicola Bitella che per raggiunti limiti d’età ha disputato la sua ultima partita e dovrà così appendere i classici scarpini al chiodo; e se da un lato c’è stato l’addio al campo di Bitella, dall’altro lato vi è stato l’esordio del giovanissimo Fabrizio Manna, classe 2001; così come nella vita anche nel rugby da un qualcosa che finisce, qualcosa di nuovo inizia. Di certo i leoni i questi mesi non si fermeranno e continueranno ad allenarsi e ricercare nuove leve, pronti a regalare altre soddisfazioni ed emozioni e fan e sostenitori, BCC di Basilicata in primis

Questo il Potenza sceso in campo:

Bitella (1) – Mussuto (2) – Esposito (3) – Mazzilli (4) – Sampogna (5) – Guerra (6) – Di Melfi (8) – De Vivo (7) – Giordano (9) – Lotito V. (cap – 10) – Scavone (11) – Ligrani (12) – Pergola (13) – Zaccagnino (14) – Mottola (15)
A disposizione: Lombardi (16), Becce (17), Marsico (18), Benedetto (19), Valvano (20), Manna (21)*, Giosa (22)
*esordiente

Risultati e classifica dopo la quattordicesima giornata:

CUS Potenza Rugby – Draghi BAT: 36-10 (6-1)
Rugby Corato – Amatori Rugby Bitonto: 27-19 (5-3)
Panthers Rugby Team Modugno – ASD Rugby Foggia: 15-45 (2-6)
Risposo: ASD Rugby Rende

ASD Rugby Foggia: 51 pt.
CUS Potenza: 41 pt. (pen. -8)
Rugby Rende: 39 pt. (pen. -8)
Rugby Corato: 23 pt.
Draghi BAT: 16 pt. (pen. -4)
Amatori Rugby Bitonto: 14 pt.
Panthers Modugno: -2 pt. (pen. -4)
N.B.: classifica modificata con la decurtazione a tutte le squadre dei punti conseguiti con l’Amatori Rugby Taranto.