Forenza-Banca Popolare di Bari
Forenza-Banca Popolare di Bari
Sponsor

Forenza (PZ) - Forenza perde la Banca Popolare di Bari, la chiusura prevista il prossimo 9 ottobre. A comunicarlo il Sindaco Francesco Masttrandrea: “ Con nota acquisita in data 20.07.2021 la Direzione Generale della Banca Popolare di Bari, in linea con le strategie aziendali ed in una logica di efficientamento della rete, ha comunicato, a questo Ente, la chiusura della propria filiale di Forenza (PZ) a far data dal 9 Ottobre 2021.

Attualmente in Basilicata sono presenti circa 30 filiali in Provincia di Potenza e 6 in Provincia di Matera, risultando la Banca con il maggior numero di agenzie operanti nella Regione, con circa 286 dipendenti, così divisi: 171 nelle varie filiali e 115 nella sede della direzione generale di Potenza; che la filiale di Forenza eroga servizi ai cittadini con un notevole flusso giornaliero di persone presso gli sportelli e che i servizi bancari offerti, sono di fondamentale importanza per i cittadini e la loro eliminazione comporterebbe, non solo notevoli disservizi alla clientela, ma meno sostegni alle famiglie e alle imprese, per quanto riguarda l'erogazione del credito, soprattutto nell'attuale periodo di crisi determinato dalla pandemia Covid, condannando una piccola realtà a divenire ancora più isolata, poichè privata di servizi essenziali per la comunità.

Advertisement

La chiusura delle filiali dei tre piccoli comuni interessati (Forenza, Ruvo del Monte e Trecchina) si tradurrebbe indubbiamente in un gravissimo vulnus alle comunità, nonchè nella perdita di opportunità di lavoro non solo degli attuali occupati in quel servizio, ma anche dell’indotto dei servizi connessi offerti. Il medesimo istituto bancario gestisce il servizio di tesoreria del Comune di Forenza, della Regione Basilicata e di molti altri Enti pubblici, punto di riferimento per le Istituzioni locali e regionale. Ho chiesto al Prefetto di Potenza, nonchè al Presidente della Giunta Regionale, una convocazione urgente per protestare su detta chiusura, eccependo l’assoluta mancanza di coinvolgimento, nonchè il grave disagio riportato.

La suddetta riunione si è svolta il 29 Luglio 2021, presso la Prefettura di Potenza alla presenza del Prefetto, dei Sindaci dei Comuni di Forenza, Ruvo del Monte e Trecchina, dei Responsabili della Banca Popolare di Bari, nonchè del Presidente dell’ABI Basilicata, del Responsabile Direzione Imprese e del Responsabile Enti e P.A. Abbiamo chiesto di prevedere l’apertura della banca a giorni alterni, nessun riscontro arrivato.

Esprimiamo tutto il nostro disappunto contro la volontà dei vertici dirigenziali della Banca Popolare di Bari di chiudere, il 9 Ottobre 2021, la propria filiale a Forenza, atteso che, i servizi bancari, sono di fondamentale importanza per una comunità come Forenza, piccola e con popolazione prevalentemente anziana e, che la loro eliminazione comporterebbe, non solo notevoli disservizi alla clientela, determinati dalle pessime condizioni della viabilità provinciale, dalle condizioni climatiche avverse in gran parte dell’anno ma, altresì, meno sostegni alle famiglie e alle imprese, per quanto riguarda l'erogazione del credito, soprattutto nell'attuale periodo di crisi determinato dalla pandemia Covid, condannando, altresì, una piccola realtà a divenire ancora più isolata e costretta ad un inevitabile spopolamento.

Il consiglio comunale sarà informato di tutto al prossimo consiglio comunale convocato per il giorno 1 ottobre ore 10. Si parla sempre di mettere in campo azioni per evitare lo spopolamento dei piccoli comuni ma poi si chiudono servizi essenziali senza alcun “pudore” con una semplice comunicazione e senza nessuna interlocuzione. Così non va bene”.

Sponsor
Articolo precedenteVenosa. Conferiti i gradi a quattro componenti della Polizia Locale
Articolo successivoRionero in Vulture. Difficoltà ad ottenere la tessera per la raccolta delle castagne
Docente presso Ministero della Pubblica Istruzione, giornalista e collaboratore de: Il Quotidiano della Basilicata e di numerosi siti on-line. Vive a Ginestra.