Forenza-Sindaco con Protezione Civile e Croce Rossa
Forenza-Sindaco con Protezione Civile e Croce Rossa

Forenza (PZ) - Nella cittadina dell’Alto Bradano c’è massima attenzione verso il coronavirus. Tra amministrazione comunale ed i volontari della Protezione Civile “Gruppo Lucano”, unitamente a quelli della Croce Rossa, dall’inizio dell’emergenza a causa dell’epidemia da “Coronavirus”, si prodigano a favore della popolazione del piccolo e incantevole borgo medievale di Forenza nell’affrontare tutte le problematiche createsi. I volontari si dichiarano molto vicini alla popolazione e tengono a cuore la salute e il benessere dei cittadini offrendo loro tutto il supporto di cui sono capaci facendo leva su tutte le risorse a disposizione.

Gli interventi si basano su diversi punti: -aiutare gli anziani portando loro in casa spesa e farmaci -distribuire gratuitamente mascherine a chi ne ha bisogno per permettere ad almeno un componente a famiglia di poter uscire per necessità - portare vestiario ai cittadini di Forenza momentaneamente ricoverati negli ospedali e una volta che questi sono dimessi, riportarli a casa - segnalare alle autorità preposte eventuali assembramenti di persone.

Forenza-Protezione Civile in soccorso di chi ha bisogno
Forenza-Protezione Civile in soccorso di chi ha bisogno

La Protezione Civile di Forenza e la Croce Rossa sono parte attiva del C.O.C (centro operativo comunale) istituito con decreto del Sindaco Mastrandrea e lavorano a stretto contatto con l’ Amministrazione comunale e le Forze dell’ordine. I volontari, nell’invitare continuamente i cittadini, soprattutto i più anziani, a restare a casa e ad osservare le disposizioni governative, sono incoraggiati nella loro azione dai tanti che gli si rivolgono contattandoli sui numeri dell’emergenza comunicati dall’Amministrazione comunale. Non mancano i momenti di commozione quando vedono i volti degli anziani rigati da qualche lacrima, vuoi per l’aiuto ricevuto, vuoi per la consapevolezza dei rischi a cui si sottopongono i volontari nell’esercizio della loro opera. Pertanto come non omaggiare quest’altro spaccato d’Italia, il Volontariato, che, insieme a tutti gli altri che combattono in prima linea a fianco dei malati e per fermare il contagio, con il loro impegno e con il loro sacrificio sfidano un nemico invisibile e letale. Questi gli esempi di cui si ha bisogno e che ci fanno sperare in un futuro, speriamo quanto prima, roseo e sereno.