Ginestra-Inaugurata la nuova villetta di piazza Risorgimento interventi autorità e progettista
Ginestra-Inaugurata la nuova villetta di piazza Risorgimento interventi autorità e progettista

Ginestra (PZ) - Nel piccolo centro arbereshe in pochissimo tempo, dopo un attento restyling, mercoledì 29 gennaio è stata benedetta ( dal parroco Tony Leva) ed inaugurata la nuova villetta di piazza Risorgimento,dedicata ai caduti di guerra. A darne spiegazione, con un pizzico di orgoglio,di cosa è stato fatto, il Sindaco, Fiorella Pompa: “A nome mio, della giunta e dell'intera Amministrazione Comunale, oggi è stato un onore, accompagnato da tanta emozione, consegnare alla comunità di Ginestra questo nuovo spazio completamente riqualificato.

È bellissimo vedere nascere le idee e poi assistere alla loro realizzazione. Abbiamo voluto riqualificare questa villetta che conteneva due simboli importanti, come il monumento dei caduti di guerra, realizzato dall’architetto Salzillo nel 1972, e la statua di San Pio, donata da Fiorina Petagine, una icona dell’arbereshe. Abbiamo voluto collocare San Pio sullo spazio che si affaccia sulla piazza, come protezione al centro di ritrovo del nostro paese, mentre intorno al monumento dei caduti di guerra abbiamo realizzato con cubetti bicolore " il sole", il quale, attraverso i suoi raggi irradia l'intera platea e porge il benvenuto al visitatore che giunge al cospetto del monumento.

Ora l'intero giardino dà una percezione di spazio aperto, con un meraviglioso prato verde, che potrà essere utilizzato come punto di incontro con uno spettacolo di luci durante la sera. Ringrazio gli uffici Comunali( arch.Telesca), i progettisti( Albino Grieco e Ing.Coviello) e l'impresa che ha realizzato i lavori( Signorelli di Melfi)”. Il progettista e paesaggista Albino Grieco ha spiegato il nuovo restyling: “ è solo l’ultimo delle tante tessere previste dall’amministrazione comunale per dar corpo al grande mosaico verde che vedrà Ginestra divenire in futuro un piccolo Borgo Giardino.

Lo spazio verde realizzato si integra con il vicino cortile scolastico, posto a monte della villetta ampliando gli spazi educativi, dove sperimentare un approccio laboratoriale alla didattica attraverso attività sia manuali che di studio e osservazione da svolgere all’aperto”