Ginestra-21 novembre L'incontro sul disagio familiare
Ginestra-21 novembre L'incontro sul disagio familiare
Ginestra-21 novembre L'incontro sul disagio familiare
Ginestra-21 novembre L'incontro sul disagio familiare

Ginestra (PZ) - Nel Vulture e Alto Bradano, alcuni amministratori comunali, hanno pensato di coalizzarsi per svolgere azioni di sensibilizzazione e di contrasto al fenomeno del sovra indebitamento e dell'usura. Con il coinvolgimento di Don Marcello Cozzi, Presidente della Fondazione "Interesse Uomo", che da circa 20 anni è impegnato in questa azione a favore dei bisognosi.

Insieme per intraprendere un cammino comune per chi è strozzato dai debiti e per chi è vittima di usura. Un primo incontro si è svolto a Lavello lo scorso 12 ottobre alla presenza dei Sindaci di Lavello,Maschito,Montemilone,Rionero,Venosa e Ripacandida, lo scorso 21 novembre l’incontro si è ripetuto a Ginestra, dove erano presenti i Sindaci di Ginestra,Montemilone, Palazzo San Gervasio,Barile e San Fele, Lavello ed un l’assessore di Rionero in Vulture. Dopo i saluti di Fiorella Pompa, Sindaco del centro arbereshe, Sabino Altobello, Sindaco di Lavello, l’ideatore di questa iniziativa, ha detto: “ occorre fronteggiare il fenomeno sempre più crescente nelle comunità locali del sovra indebitamento delle famiglie o di singole persone che generano fenomeni di disagio sociale ed in alcuni casi alimentano il ricorso a forme parallele o illegali del credito.

Abbiamo pensato di coinvolgere la fondazione “Interesse Uomo” presieduta da don Marcello Cozzi per creare una rete di collegamento con i Comuni ed i servizi sociali e favorire l’accesso al credito. La tappa successiva, servirà a stipulare attraverso una convenzione questa azione di sensibilizzazione e di contrasto al sovra indebitamento”. Don Marcello Cozzi ha aggiunto: “siamo in trincea da circa 20 anni, lo Stato ci ha messo a disposizione una legge antiusura per aiutare quelle famiglie che non hanno accesso all’accredito nelle banche. Il nostro, è un fondo ministeriale che chiude la situazione debitoria del malcapitato. Molta gente, ed anche alcuni Comuni e parrocchie, non sono ancora al corrente di questa fondazione.

Il cammino che dobbiamo fare insieme ai Comuni deve essere a 360°, sia sul piano sociale, che preventivo”. Tutti i Sindaci presenti, nei loro interventi, Antonio Murano (Barile), Antonio D’Amelio (Montemilone), Sabino Altobello (Lavello), Michele Mastro (Palazzo San Gervasio), Fiorella Pompa (Ginestra), Donato Sperduto (San Fele), hanno pienamente appoggiato questa iniziativa. Il prossimo incontro servirà a mettere nero su bianco su questa iniziativa.