Ginestra-La Madonna di Costantinopoli portata in giro nel paese
Ginestra-La Madonna di Costantinopoli portata in giro nel paese
Sponsor

Ginestra (PZ) – Ginestra, piccolo centro arbereshe, ha festeggiato lo scorso 7 giugno, la Madonna di Costantinopoli, protettrice del paese. Il Santuario della Madonna di Costantinopoli a Ginestra è stato eretto nel 1588 da profughi albanesi costretti a fuggire dalla loro terra a causa dell’invasione turca.

Durante la santa messa celebrata nella chiesa madre di San Nicola Vescovo, da padre Cesare, dell’ordine Eremiti di Cerreto,alla presenza del Sindaco Fiorella Pompa e del Comandante di Polizia Municipale,Antonio Gremigna ed assessore Alberto Bochicchio, rivolto ad un numeroso pubblico presente, ha ricordato questa giornata di festa tenendo conto di comportamenti corretti e di educazione civica da mantenere per tutte le fasce di età, non solo durante eventi religiosi, ma nella vita personale di ognuno di noi.

Sponsor

Finita la santa messa, la statua lignea della Madonna di Costantinopoli è stata portata sulle spalle da tanti cittadini, in processione, fino al Santuario eretto in suo ricordo. Il complesso bandistico Città di Venosa “Giuseppe Albergo”, presieduta da Giuliano Pippa, durante il percorso, durato circa un’ora, ha accompagnato con note musicali, il tragitto della Madonna.Giunti al Santuario, padre cesare ha ringraziato il comitato festa, presieduta da Anna Pepice e tutti i cittadini che hanno collaborato con offerte.

Una signora anziana, Ida chiarito, in lingua arbereshe, ha invocato la protezione della Madonna di Costantinopoli per tutta la popolazione. La festa si è conclusa con i fuochi pirotecnici della ditta “Teora” di Venosa.

Sponsor
Articolo precedenteM5S Basilicata. Bardi eviti gli annunci trionfalistici e venga a spiegare i contenuti dell’accordo sull’idrogeno
Articolo successivoGinestra. Oraziana. Dopo tre mesi, tutto tace
Docente presso Ministero della Pubblica Istruzione, giornalista e collaboratore de: Il Quotidiano della Basilicata e di numerosi siti on-line. Vive a Ginestra.