De Gasperi nei Sassi di Matera-Archivio Notarangelo
De Gasperi nei Sassi di Matera-Archivio Notarangelo

Matera - Il 23 luglio 1950 per la prima volta il presidente del Consiglio Alcide De Gasperi si recò in visita a Matera, prendendo atto della condizione di miseria e degrado della popolazione che viveva nei Sassi. Con lui, tra le varie autorità, c’era il giovane sottosegretario lucano Emilio Colombo, che proprio con De Gasperi inizierà la sua lunga carriera politica.

Giovedì 23 luglio 2020 alle 12.30, in occasione dei settant’anni da quella prima storica visita, la città renderà omaggio ai due statisti con la mostra dal titolo “De Gasperi e Colombo per Matera. Racconto tra immagini e memorie”, organizzata dal Circolo La Scaletta. Il percorso espositivo, allestito presso l’Open space dell’APT Basilicata nel Palazzo dell’Annunziata, propone un viaggio attraverso foto d’archivio, documenti, filmati e giornali d’epoca che ricordano il ruolo decisivo svolto dalle due personalità politiche nell’affrontare il gravoso problema dei rioni Sassi, portando al varo della legge n.619 del 1952. Nel corso dell’inaugurazione, inoltre, sarà proposto un documento inedito, che appartiene alla collezione Vinciguerra, in cui sarà possibile ascoltare la voce del presidente De Gasperi che riceve una delegazione materana, accompagnata dal sottosegretario Colombo, giunta a Roma per ringraziarlo, all’indomani dell’approvazione della legge sul risanamento dei Sassi.

A nome del Circolo La Scaletta- ha commentato il presidente Paolo Emilio Stasi- esprimo profonda soddisfazione per l’organizzazione di questa mostra dedicata a due statisti che più di tutti hanno contribuito al riscatto della città, precursori di un percorso di successi e traguardi per Matera”.

L’inaugurazione dell’esposizione sarà preceduta da un incontro pubblico che si terrà al cineteatro “Guerrieri”, a partire dalle ore 10, in cui nel nome di De Gasperi, sarà sottoscritto un patto d’amicizia tra la città di Matera e la città di Trento e il patto di gemellaggio con la Provincia autonoma di Trento, con la partecipazione, tra gli altri, del Ministro per il Sud, Giuseppe Provenzano.

La mostra resterà aperta al pubblico fino al prossimo 5 agosto, data in cui, alle 18, sarà scoperta sul Belvedere Sant’Agostino, nei rioni Sassi, una targa dedicata a Emilio Colombo, in occasione del centenario dalla nascita del politico lucano.

L'iniziativa è stata realizzata con il patrocinio del Comune di Matera, della Provincia e Comune di Trento e in collaborazione con Apt Basilicata, Centro studi internazionali "Emilio Colombo", Tv 2000, Trm Network, Fondazione Trentina "Alcide De Gasperi", Biblioteca provinciale "T. Stigliani" di Matera, Circolo culturale "Silvio Spaventa Filippi" di Potenza, l' archivio Notarangelo, la collezione Vinciguerra e la collezione Gallo.

Orari mostra

Lun-dom: 10-13.30; 16-20

Ingresso libero