Venosa-Gaudiano piena di buche
Venosa-Gaudiano piena di buche

Venosa. le strade provinciali, procurano più danni, che benefici, almeno nel Vulture-Melfese. E’ il caso della strada provinciale n° 18, che dalla vicina Puglia conduce a Venosa. Da anni questa strada è piena di buche, non è sicuramente un bel biglietto da visita per chi arriva nella cittadina oraziana, sia per i turisti che arrivano nella cittadina oraziana per visitare i bellissimi monumenti archeologici, che per quelli che viaggiano quotidianamente su questa strada per motivi di lavori o per raggiungere la vicina autostrada di Cerignola.

Piu’ volte nel passato è stato denunciato dal nostro giornale il degrado di questa strada. La Regione Basilicata ha stanziato dei fondi per il suo miglioramento, quando l'allora assessore Carmine Castelgrande ricopriva la carica delle Infrastrutture, ma sono stati rattoppati solo alcune pezzi della strada, in quanto in prossimità dell'abitato di Gaudiano ( frazione di Lavello), a pochissimi km dall'autostrada di Cerignola, regnano buche, alcune di dimensioni stratosferiche.

Ci auguriamo che il Sindaco di Lavello, sia a conoscenza di queste buche! Intanto gli automobilisti sono infuriati, c'è chi buca una gomma e sono costretti a chiamare il pronto soccorso, come è successo ad un malcapitato che dalla vicina Puglia raggiunge Venosa per motivi di lavoro: " “ Volevo ringraziare calorosamente chi ha migliorato questa strada solo in alcuni tratti, lasciando altri tratti in condizioni pietose, buche in prossimità di Gaudiano, o scanso le auto che arrivano o becchi una buca che ti spacca una gomma. Rattoppi parziali saltano alla prima pioggia, per non parlare di cosa avviene con neve e gelo.

Il problema è lì, pronto a colpire nuove vittime e a dare il peggior benvenuto a chi entra a Venosa. Noi cittadini, noi utenti, vogliamo i risultati, anche perché tasse e accise le paghiamo tutte”.Il presidente della pro-loco di Venosa, Michele Duino se la prende con la Provincia di Potenza: " più volte ho sollecitato l'intervento su questa strada senza ottenere risultati. Non oso immaginare al di la dei turisti che raggiungono Venosa, è un disservizio che va subito ripristinato".