Lagonegro-Coro e sacerdoti finale
Lagonegro-Coro e sacerdoti finale

Lagonegro (PZ) - Un successo di pubblico, benché la forte ed incessante pioggia di domenica passata, 27 settembre, il concerto del coro “SS. Annunziata” di Rionero in Vulture, giunto in città in occasione dei solenni festeggiamenti della Madonna di Sirino per tenere un recital-meditazione sulla cura della casa comune dal titolo «LAUDATO SI’».

Lo spettacolo ideato e diretto dal M° Gianni Marino verte sulla seconda enciclica papale del Santo Padre Francesco dal titolo omonimo ripreso dal Cantico delle creature di San Francesco, che loda il Signore per tutto il creato. Come ha precisato, a tal proposito, Papa Francesco «Non si tratta di un'enciclica verde ma di un'enciclica sociale», per questo l'argomento attorno al quale tutto si muove all’interno del trattato è l'interconnessione tra crisi ambientale e crisi sociale dell'umanità.

Un modo del tutto inconsueto, per trasmettere attraverso il vasto campo dell’arte il messaggio che il Santo Padre ha voluto lanciare, quello del coro rionerese che si è servito di musica dal vivo, video proiezioni, luci, narratori e straordinarie voci liriche quali la soprana M° Maria Musto ed il tenore M° Giuseppe Capaldo. Un concerto portato in giro dal 2015, anno della promulgazione dell’enciclica, che negli anni è stato onorato dalla presenza di Mons. Enrico Dal Covolo (Magnifico Rettore della Pontificia Università Lateranense di Roma), Mons. Gianfranco Todisco (Vescovo emerito di Melfi-Rapolla-Venosa) e Mons. Rocco Talucci (Arcivescovo emerito di Brindisi-Ostuni) che hanno particolarmente apprezzato l’innovativa proposta evangelizzatrice del coro parrocchiale.

I brani che hanno allietato la serata hanno spaziato da una toccante Ave Maria di Caccini a cura della soprana M° Musto accompagnata al pianoforte dal M° Pierantonio Garlano, passando per dei must quali San Damiano, Ecco l’Acqua, In Unità, inediti del coro quali Germoglio, sino ad arrivare all’omaggio, come opportuno, al lagonegrese Pino Mango con la lettura di frammenti dalle sue poesie a cura di Lillino Covella e Lea Di Mauro.

A fare da padrone di casa don Gianluca Bellusci e da Rionero don Rocco Di Pierro autore, tra l’altro, dei brani a corollario dell’enciclica papale che hanno fatto da leitmotiv all’interno della raffinata rappresentazione. Presente, altresì, l’artista DIALKAN che ha realizzato live un’opera sulla creazione.

ANTONIO CECERE