Lavello-Pubblico presente allo spettacolo di Luca Lombardo
Lavello-Pubblico presente allo spettacolo di Luca Lombardo

Lavello (PZ) - Il teatro San Mauro di Lavello da qualche anno è il contenitore culturale più seguito dell’intera regione Basilicata. Seguito da spettatori non solo dell’area nord della Basilicata, ma anche dai centri pugliesi e campani.

Un grazie va alla direzione tecnica e artistica “Officina Spettacolo srl di Vidio Carbone e Francesco Cicolella. Sono arrivati a Lavello attori di primo piano, da P.Quattrini a Marisa Laurita,Lello Arena,P.Pellegrino,Massimo Lopez e Tullio Solenghi, Luca Lombardo.Erano previsti l’arrivo di Guidi ed Ingrassia, e di Carlo Buccirosso nel mese di marzo.Ad aprile F.Oppini e M.Miconi, e chiusura con Christopher Castellini, il Coronavirus ed i provvedimenti restrittivi del governo ha bloccato tutto.

Gli organizzatori F.Cicolella e Vidio Carbone dispiaciuti di questa interruzione: “Lo scorso 27 marzo ricorreva la giornata mondiale del teatro festeggiato senza il respiro della scena, senza l’applauso del pubblico, senza la magia che il teatro sa compiere. Una giornata a luci spente.Purtroppo la pandemia per quanto rallentata non è ancora sconfitta, personalmente ci confrontiamo continuamente con le associazioni di categoria e gli enti preposti in cerca di direttive e linee guida.

Al momento l'unica certezza è quanto deciso dal D.P.C.M. che invita gli organizzatori del pubblico spettacolo ad adoperarsi nel rimborsare gli spettatori con un voucher dell'importo anticipato qualora non sarà possibile recuperare lo spettacolo. Ovviamente è nostro primario obiettivo, di concerto con gli attori e la compagnia, di recuperare lo spettacolo ma siamo ancora in attesa di capire i tempi per la ripartenza, fermo restando che la nostra politica aziendale pone lo spettatore al primo posto per cui vi garantiamo che nessuno perderà niente, che sia con voucher o con recupero data, voi venite prima di ogni cosa.

Quanto prima vi comunicheremo nuovi aggiornamenti, comunicazioni che vi faremo sempre rigorosamente da casa, perchè più ci impegniamo prima ripartiamo. Invitandovi a restare a casa vi esortiamo a resistere. In questo silenzio non rimaniamo fermi, progettiamo come rialzarci, pensiamo a come sarà bello ritrovarsi tutti insieme in sala davanti a quell’accadimento magico e reale che è il Teatro. Torneremo a rispondere alle attese, alle parole, alle emozioni, ai personaggi e alle loro storie.Un caloroso saluto a tutti voi con il: “Teatro nel cuore”.