Potenza pedonale
Potenza pedonale

Potenza - Se non si adottano soluzioni di pedonalità in sinergia con gli esistenti impianti meccanizzati e parcheggi pubblici gratuti anche la primavera estate 2021 condannerà molti esercenti a non poter riaprire.

Un decreto ancora sul tavolo non c'è ma da quanto annunciato dal Governo Draghi il 26 aprile dovrebbe darsi il via alla road map per le riaperture per le Regioni che rientreranno in zona gialla.

Il 26 aprile è anche il giorno della prevista riapertura dei ristoranti a pranzo e a cena, ma utilizzando solamente i tavoli all’aperto.
Ebbene a Potenza non è stato previsto alcun piano per l'ampliamento degli spazi da mettere a disposizione dei ristoratori.

Se parliamo del Centro Storico ci sono diverse attività che non hanno a disposizione un'area pedonale limitrofa dove poter servire all'aperto.

Eppure di spazio ce ne sarebbe .

Ovviamente occorrerebbe una pedonalizzazione anche a fasce orarie o a giorni (soprattutto dal venerdì alla domenica) al fine di consentire a tutti gli esercenti uguali opportunità.

I ristoratori ed i negozianti che non intercettano l'asse di via Pretoria sono stati marginalizzati spesso per fare spazio alle automobili, spesso parcheggiate in maniera abusiva.

Esiste infatti un Centro Storico di serie B utilizzato come retrobottega di via Pretoria utilizzato per una viabilità motorizzata che in tutti borghi italiani che si rispettino non è più tollerata.

Ne è la riprova che questa Giunta si sta occupando soltanto di quale tipologia di dehors far installare ma senza interpellare coloro che vorrebbero poter sfruttare anche zone dell'antica urbe che rappresentano uno spazio prezioso da rivalutare.

In abbinamento a questo provvedimento sarebbe necessaria una apertura prolungata delle scale mobili quantomeno di quelle Santa Lucia.

In tal modo si avrebbe un triplice beneficio: spazi per gli esercenti fruibili, un Centro Storico finalmente attrattivo e la valorizzazione della Scala Mobile più lunga di Europa con annesso parcheggio gratuito.

In tempi eccezionali occorrono scelte innovative capaci di dare a tutti gli operatori del settore uguali chance di rimettere in moto la propria attività.

Tante città italiane sperimentano da tempo lo strumento delle isole pedonali anche temporanee che hanno ridato lustro a tanti centri storici facendo scoprire scorci prima relegati a parcheggio auto.

Nonostante il Movimento 5 Stelle abbia più volte sollevato la questione con interrogazioni e proposte nelle Commissioni competenti non c'è stato alcun riscontro.

Già si poteva agire in tal senso nelle primavera estate 2020 ma vi è stato assoluto immobilismo su questo fronte. Abbiamo già perso un anno.

Va constatato che abbiamo una Giunta senza coraggio e senza idee che forse non si rende conto di dover amministrare un capoluogo di Regione.

Eppure basterebbe copiare da Matera o da altre città virtose in tal senso.

In attesa che qualcosa cambi continuerò a lavorare per continuare a proporre.

Capogruppo del Movimento 5 Stelle-Consigliere Comunale di Potenza

Marco Falconeri