Marconia Il presidente del CONI regionale saluta alcuni atleti
Marconia Il presidente del CONI regionale saluta alcuni atleti
Marconia-Il presidente del CONI regionale saluta alcuni atleti
Il presidente del CONI regionale saluta alcuni atleti

Marconia di Pisticci (MT) – .Dopo la bellissima esperienza fatta a Roma, nei mesi scorsi, l’associazione Albatros Onlus Sportiva Dilettantistica della cittadina materana,alla presenza di tanta gente, nella bellissima piazza Elettra, cuore pulsante di Marconia, ha presentato il gioco paralimpico “Powerchair” Calcio in carrozzina, col motto: “Posso anch’Io, oltre la barriera”.

Presenti anche alcuni Sindaci, quello di Pisticci, Bernalda e Tursi e la delegata provinciale di Matera Gabriella Savino. Assicurato il servizio di interpretariato LIS (lingua dei segni).A portare i saluti, il presidente del CONI Basilicata, Leopoldo Desiderio che ha apprezzato questa nuova realtà sportiva che mette al centro del progetto: i disabili.A presentare l’evento, unico nel suo genere nella regione, due disabili:Maria Teresa ed Emanuele, spalleggiato dal comico Dino Paradiso, conosciuto da tutti per le sue battute che hanno reso la serata divertente e piacevole.

L’intervento della presidente dell’associazione sportiva Onlus Albatros di Marconia Rosa Torraco ha commosso i tanti presenti: ” sono madre di un disabile di 21 anni, il quale mi ha dato l’imput a fondare un’associazione sportiva nella quale sia data priorità ai meno fortunati. Anche se c’è ancora tanta strada per superare soprattutto quelle disabilità mentali, ancora dure da vincere!Per questo motivo è nata l’Albatros con l’obiettivo di superare le barriere. E’ un’avventura che piace a tanti, soprattutto a tante donne, come l’amica Cirone.

Mi auguro che le Istituzioni civili e sportive ci diano un sostegno per far spiccare il volo di tanti disabili, che vivono di piazza e casa”.Carla Cirone, una stretta collaboratrice della presidente dell’Albratros, ha aggiunto: ” la nostra ostinazione porterà questi ragazzi a battere qualsiasi barriera”. L’allenatrice di questi ragazzi, Rosalia Bandello entusiasta di questo gruppo ha detto: ” in soli 4 mesi di allenamento abbiamo già raggiunto bei risultati”.

Ha poi presentato i protagonisti della serata:Rocco,Kevin,Vince,Nicola,Katia, Domenico ed Emanuele. E’ intervenuto anche Pasquale Polese, presidente CIP Comitato Paralimpico Basilicata: “l’obiettivo del nostro comitato è dare valenza prima di tutto alla persona e poi alle difficoltà.Lo sport paralimpico ha una marcia in più rispetto a quello dei normodotati”.

Il prof.Gerardo Zandolino, delegato regionale FISPES Basilicata ha sottolineato l’importanza sociale ed inclusiva di questo sport: “questa avventura è iniziata insieme al responsabile tecnico della Fispes nazionale di Powerchiar FootBall, Diego D’Artagnan, l’unico tecnico italiano che opera in Italia. Un ringraziamento va a Rosa Torraco per la sua determinazione nell’aver fondata una squadra di inclusione sportiva e sociale”.Il mister nazionale della Powerchiar Diego D’Artagnan ha descritto una breve storia di questo sport: “è una disciplina sportiva nata in Francia negli anni ’70, nel 2011 lo diffondo in Italia, che solo nel 2017 il CIP la riconosce, facendola entrare nella Fispes.

Si gioca in 4 con due tempi di 20′, le regole solo simili a quelle del calcio. Mi auguro che le istituzioni diano quel supporto a questa realtà sportiva, unica in Basilicata”. E’ seguita una partita dimostrativa del gioco. Avvicinati alcuni dei protagonisti della squadra, Rocco di Senise ed Emanuele del posto hanno detto: ” crediamo a questo progetto e siamo fieri, ci sentiamo uguali agli altri, il nostro obiettivo è divertirci in un gioco che, pur muovendoci in carrozzina, non è facile praticarlo”.