Le leggi regionali attinenti la sanità lucana

Con legge regionale n. 50/94 venivano costituite in Basilicata ben 7 USL. Le stesse vennero soppresse con la legge regionale n.12/08 che contestualmente istituiva: l’Azienda Sanitaria di Potenza (ASP), L’Azienda Sanitaria di Matera (ASM), l’Azienda ospedaliera S. Carlo di Potenza e l’istituto di ricovero e cura di carattere scientifico di Rionero( CROB).

Con legge Regionale 2/17 l’azienda ospedaliera regionale S. Carlo (DEA di 2° livello) assumeva la titolarità dei presidi ospedalieri di Lagonegro, Melfi e Villa d’Agri mentre il presidio ospedaliero (DEA di 1° livello) di Matera acquisiva la gestione del presidio ospedaliero di base di Policoro. La stessa legge conferiva all’ASP di Potenza la competenza economica ed organizzativa del servizio del 118 su tutto il territorio regionale.

È in itinere un disegno di legge di “Riforma del Sistema Sanitario Regionale di Basilicata” intesa a scardinare l’attuale organizzazione regionale, senza che ne siano manifestate le ragioni di tale necessità. Essa, in sintesi, prevede la seguente configurazione:

Azienda Sanitaria unica regionale di Basilicata (ASTUR BASILICATA), articolata in 6 distretti, di cui 2 in provincia di Matera. L’azienda sanitaria unica è previsto che gestisca anche il 118 Regionale e i presidi ospedalieri di Chiaromonte, Lauria, Maratea, Stigliano, Tinchi, Tricarico, Venosa.

  1. Azienda Ospedaliera Unica Regionale di Basilicata, articolata in più plessi (AOUR Basilicata) con competenze gestionali oltre che sul S. Carlo di Potenza, anche sul presidio ospedaliero di 1° livello di Matera, e sull’attuale presidio ospedaliero di base di Policoro.
  2. Potenziamento della macroarea “Assistenza Ospedaliera” con la creazione di un secondo ospedale di DEA di 1° livello, oltre quello di Matera, da individuare sulla base degli standard prestazionali. Non venendo ulteriormente dettagliati questi standard, ci si domanda se non sia prevista l’attivazione di altri DEA di 1° livello nel caso in cui tali standard dovessero essere raggiunti anche da altri presidi ospedalieri: si prevede, pertanto, la creazione di altri DEA, oppure si intende promuovere un unico presidio ospedaliero situato sulla fascia jonica? (che senso ha, considerato che si ragiona in termini di risparmio? A quale logica risponde?).