Melfi-La madonna di Loreto viene portata nella cattedrale
Melfi-La madonna di Loreto viene portata nella cattedrale

Melfi (PZ) – Un 24 febbraio 2021 da ricordare nella cittadina normanna. Nella Cattedrale è stata accolta la Madonna di Loreto. Scelta la Basilicata nell’ anno del “Giubileo Lauretano”. Anno in cui ricade la celebrazione del centenario della Beata Vergine di Loreto quale ” Patrona degli Aeronautici”.

Presenti autorità civili e tante associazioni, a collaborare con il 32’ storno dell’Aeronautica Militare di Amendola( Fg), l’associazione arma aeronautica di Melfi. Ad accogliere la Madonna di Loreto il Sindaco Livio Valvano, il Vescovo della Diocesi,Ciro Fanelli., le autorità civili e militari e la cittadinanza.

Appena entrata nella Cattedrale, è stata consegnata le chiavi della città di Melfi alla Madonna di Loreto.E’ seguita la santa messa. Il Vescovo nella sua omelia ha detto: “ Con vera gioia accogliamo la Madre del Signore. L’Aeronautica Italiana ha scelto la nostra Diocesi, tra le tante città italiane. Nel Giubileo Lauretano è qui tra noi, è una visita che ci onora e ci impegna per le nostre radici cristiane.

In questi tempi segnata dalla pandemia,la Madonna ci manda un messaggio di speranza. Melfi è grata all’aeronautica militare, rigusta la gioia e la contemplazione del Figlio di Dio. La Vergine Maria invita ogni famiglia a pregare per Lei, affinchè le nostre famiglie siano scola di laboriosità e di stile nell’educazione.

Chiediamo alla Madonna di Loreto che protegga non solo le famiglie, ma anche gli aviatori, e che l’amore di Dio ci aiuti a crescere nella Fede”. Il Sindaco, Livio Valvano ha aggiunto: “ abbiamo vissuto una giornata di profonda spiritualità, dopo aver festeggiato i mille anni della nostra città nel 2018.

Tanta commozione ho visto negli occhi della cittadinanza nel momento in cui la Madonna di Loreto ha fatto l’ingresso nella Cattedrale. Al suo messaggio di carità affidiamo la nostra terra lucana.Accogliamo questo messaggio, credenti e non credenti, senza dimenticare i bisognosi e gli ammalati”.

Il vice presidente della regione Basilicata, Fanelli ha ricordato i tanti santuari della Basilicata, segno di una devozione popolare e di fede. I l colonnello Castelnuovo del 32° storno dell’aeronautica militare di Amendola (Fg) ha ringraziato Melfi per la bella accoglienza ricevuta.

La giornata si è conclusa con la preghiera dell’aviatore: “ Dio di potenza e di gloria,che dono l’arcobaleno ai nostri cieli, noi saliamo nella tua luce, per cantare col rombo dei nostri motori, la Tua gloria e la nostra passione. Noi siamo uomini, ma saliamo verso di Te.

Dimentichi del peso della nostra carne, purificati dei nostri peccati.Tu,Dio, dacci le ali delle aquile, lo sguardo delle aquile, l’artiglio delle aquile, per portare, ovunque Tu doni la luce, l’amore,la bandiera, la gloria, d’Italia e di Roma.

Fa, nella pace, dei nostri voli, il volo più ardito: fa nella guerra, della nostra forza la Tua forza,o Signore; perché nessuna ombra sfiori la nostra terra. E sii con noi,come noi siamo con Te, per sempre! Amen.