Potenza-La corona a nome di tutti i docenti di scienze motorie ed il sorriso di Antonella
Potenza-La corona a nome di tutti i docenti di scienze motorie ed il sorriso di Antonella

Potenza - Tanti docenti di Scienze motorie e Sportive hanno dato l’ultimo saluto alla prof.ssa Antonella Amodio, prematuramente scomparsa per un male incurabile. Giovannini Molinari, Coordinatrice regionale di Scienze Motorie e Sportive, la ricorda cosi": "Insegnava attualmente presso il liceo scientifico “G.Galilei “ di Potenza, aveva scritto diversi libri e presentati in conferenze , era laureata pure in psicologia e si occupava di Bioenergetica e psico terapie.

Eravamo molto amiche ed insieme, oltre al lavoro, ci legava anche altro come ad esempio la partecipazione ad un corso biennale per la qualifica di Operatore di centro di ascolto" fatto insieme presso la Regione Basilicata in collaborazione con l'università di psicologia d Bioenergetica di Rona.Vorrei ricordarla con una sua frase"lo sai, io mi sento un "Angelo" me lo diceva spesso! Era dolce, solare e limpida come l'acqua che sgorga!".

Mariolina Camardese, ex coordinatrice ha aggiunto:" Amica di una vita! Quel giorno, quando ti chiesi di battezzare mio figlio Carmine, ti emozionasti. Lo facevi quando eri felice, ti giravano le lacrime negli occhi, e ci abbracciamo.Quell'abbraccio per noi voleva dire tante parole. Quando eravamo felici o tristi ci abbracciavamo per sentirci più unite e ridevano a crepapelle per esorcizzare le nostre emozioni fino alle lacrime. Ti porterò sempre nel mio cuore, un giorno ci rivefmdremo e ricominceremo a ridere".

Nel sito wozapp " la carica del 101" tutti i docenti di tutta la regione hanno lasciato messaggi di ricordo di una collega inimitabile”. Maria Antonietta Di Corato da Venosa ha chiuso gli interventi: “La dipartita della dottoressa Antonella Amodio psicologa, esperta di DSA lascia sgomento e tristezza. Antonella è stata la prima professionista che ha preso a cuore la problematica dei disturbi dell'apprendimento in Basilicata.

Sempre vicina al mondo degli adolescenti, delle famiglie. Una collega umile, capace e tenace. Non si arrendeva mai. Una perdita prematura. Un Grande lutto per la regione Basilicata. Addio Antonella. Grazie per tutto quello che hai dato e fatto nel campo sanitario e sociale. Abbiamo bisogno di persone come te, che si mettono in discussione senza veli. Lassù il Signore ti proteggerà, ne sono convinta”.