Taranto - Torna, nei Venerdì Culturali di Presenza Lucana, la cartella “Astronomia” con una relazione dell’astronomo materano Francesco Vespe, dal titolo: Lo studio dell’Universo con il GPS europeo. Il GALILEO, programma finanziato dall’Unione Europea, è la risposta europea al GPS americano. La sua realizzazione è stata affidata all’Agenzia Spaziale Europea (ESA).  Entrerà in piena operatività nel 2020. Ha delle performance migliori del GPS ed è uno dei più importanti programmi spaziali sui quali si fonda la Space Economy.

Il GALILEO offrirà dei vantaggi unici per sviluppare ricerche nel campo della Fisica Fondamentale, Astronomia e Cosmologia. Il relatore che lavora per l’ASI (Agenzia Spaziale Italiana) dal 1988, si soffermerà sulle grandi opportunità offerte, solo, dal nuovo sistema.
Vespe, Da sempre si è occupato degli sviluppi tecnologici e scientifici legati ai sistemi globali di Navigazione Satellitare (GNSS) come il GPS americano, il GLONASS russo e oggi il GALILEO europeo.

Particolarmente rilevante il contributo dell’astronomo lucano nell’utilizzare i Sistemi di Navigazione  Satellitare per le Osservazioni della Terra. Per questo ha ricevuto il premio della “International Astronautical Federation” conferitogli al 67° Congresso a Guadalajara (Messico).

L’appuntamento si svolgerà presso la sede dell’Associazione Culturale Presenza Lucana, Via Veneto 106/A, Venerdì 24 Maggio, con inizio alle ore 18.00. L’ingresso all’evento è libero. In particolare, gli appassionati alla materia e gli astrofili sono invitati alla relazione.