Taranto – Si svolgerà presso la sede dell’Associazione culturale Presenza Lucana, nell’ambito dei Venerdì Culturali, un appuntamento della cartella “Da prima di Colombo alla globalizzazione”

E’ questa l’ottava relazione di un lungo percorso iniziato da prima di Colombo dallo studioso dott. Diego Guarniera pubblicata con il:
PATROCINIO DELL’ASSOCIAZIONE CULTURALE PRESENZA LUCANA.

Il titolo di questo nuovo appuntamento è “I SECOLI XVI e XVII”.
IL secolo XVI in particolare è stato quello che ha dato un’accelerazione in tutti i campi, dalle scoperte di nuovi mondi iniziata da Colombo, (America), proseguita da Vasco De Gama (India), Cabral (Brasile), Magellano (Circumnavigazione del globo), Pizarro e altri, alla nascita di una grande economia mondiale, con scambi che hanno portato alla globalizzazione (unificazione sociale ed economica del pianeta).

Il secolo XVI portò anche una ripresa economica dovuta alla crescita della popolazione, alle estensioni delle coltivazioni per l’aumento demografico e l’espansione del commercio in tutto il mondo, con la nascita di una grande economia mondiale, con scambi che fecero conoscere prodotti diversi dei continenti, cioè la globalizzazione (Unificazione sociale ed economica del pianeta).
In questi due secoli cominciò il grande declino della Spagna a vantaggio degli olandesi e degli inglesi, che con le loro flotte, si avventurarono per il mondo conquistandolo.

La grande ricchezza che nacque nelle corti in questo periodo fu quell’Umanistica, che poneva al centro degli interessi non più Dio ma gli uomini, e Rinascimentale con il risveglio delle arti e del sapere, dopo che la cultura era sempre stata quella religiosa. Sono questi i secoli delle grandi invenzioni.

Galileo Galilei
Galileo Galilei

Senza dubbio quello che contribuì maggiormente alla crescita fu la diffusione della stampa che accelerò il progresso. Anche all’inizio del 1500 Martin Lutero, tedesco, fu l’iniziatore della Riforna protestante, cui seguì, da parte della Chiesa, la costituzione, nel Luglio del 1542, della Congregazione sacra, romana ed universale Inquisizione del Sant’Uffizio. Una delle pagine più buie con la quale si creava la repressione di ogni forma di dissenso.

Le scoperte di Galileo, che riteneva che fosse la Terra a girare intorno al sole lo portarono a un’esemplare condanna come eretico.

Le letture di Mario Calzolaro e Imma Naio saranno incentrate sulla condanna e sul giuramento di abiuro di Galileo Galilei.
Con libero ingresso l’incontro si svolgerà Venerdì 5 Aprile presso la sede dell’Associazione Culturale Presenza Lucana di Taranto alle ore 18.00. Chi ha sete di conoscenza della storia è invitato.