presenzalucanaTaranto – Dopo “La donazione e il trapianto degli organi”, il Venerdì Culturale di Presenza Lucana continua con la cartella “STORIA E ARCHEOLOGIA” che dà continuità a un tema iniziato il mese scorso “Aspettando Matera 2019”. L’appuntamento, dal titolo“ La zecca di Taras: i tesoretti esposti al MArTA”, sarà trattato da Elisa Amati, laureata in lettere classiche con indirizzo archeologico presso l’università degli studi A. MORO di Bari, con tesi in numismatica greca con il Prof. Aldo Siciliano. Sono tante
le monete del nostro Museo che raccontano la storia del sud attraverso un percorso, suggerito dallo studio e dalle proiezioni della relatrice, che inizierà con “Il giovane sul delfino” della zecca di Taras.

La nostra città, colonia di Sparta, fondata intorno al 706 a.C., iniziò ad avere un’importante monetazione dal 510 a.C., con una vasta produzione in argento e, successivamente, in oro e bronzo. Amati, oltre a presentare gli splendidi esemplari in mostra al MArTa, illustrerà alcuni aspetti della circolazione
monetale a Taranto in età ellenistica.

Relazione:
Elisa Amati
(Laurea in lettere classiche con indirizzo
archeologico)
Introduzione:
Michele Santoro
(Presidente Presenza Lucana)

VENERDÌ 16 NOVEMBRE 2018 – Ore 18.00
VIA VENETO 106/a – TARANTO (Italia)
[email protected] – cell.338.4945141
ASPETTANDO MATERA 2019

INGRESSO LIBERO