Taranto - L'associazione culturale Presenza Lucana continua, dopo l'incontro "Omaggio a Pio Rasulo", la serie degli appuntamenti sul territorio, giunti al trentesimo anno, con un gradito ritorno, quello del prof. Michele Accogli che per la cartella "ARCHEOLOGIA" parlerà del suo nuovo testo, dal titolo "Taranto e la scienza degli analfabeti: tracce e simboli della Preistoria nel territorio tarantino".

Aver raggiunto un traguardo di trent'anni, fatto di incontri settimanali formati da una serie di cartelle a tema diverso, in una città in cui, spesso, è mancata quella continuità necessaria per una crescita da tutti desiderata, è sicuramente un risultato sul quale è necessario riflettere, per trarre giuste considerazioni per un futuro migliore. Un ringraziamento a tutti i relatori che, negli anni, hanno portato le loro conoscenze nella nostra piccola Associazione. Grazie ai soci che hanno dato, con la loro partecipazione agli eventi, quella continuità necessaria per raggiungere obiettivi insperati a Febbraio del 1990, anno della costituzione di Presenza Lucana.

Come accennato nella programmazione annuale del 2020, ogni settimana, quadri di autori locali saranno presentati ed esposti nell'arco della serata con il titolo: Un quadro a Presenza Lucana.
La scorsa settimana, in una serata dedicata alla cartella di ASTRONOMIA, con "Il contributo lucano nella conquista della luna" Ha iniziato il primo incontro il pittore Franco Clary.
Questa settimana sarà esposta l'opera di Immacolata Zabatti dal titolo "L'abbraccio infinito".
L'Editore prof. Piero Massafra parteciperà alla serata.
Michele Accogli ha collaborato, per oltre trent’anni, con la Soprintendenza di Taranto, inventariando migliaia di reperti rinvenuti nelle nostre necropoli ed acquisendo quella diretta esperienza che l’ha reso profondo conoscitore della materia che illustrerà con la proiezione di immagini.

Questo nuovo testo del prof. Accogli nasce con uno studio approfondito del territorio della provincia di Taranto; in esso è indicata una buona bibliografia e molti capitoli in cui compaiono, ben evidenziati, tracce e simboli della Preistoria. E' quello dell'autore un auspicio che la Preistoria, nell'arco jonico tarantino, possa avvicinare e coinvolgere i giovani alla storia antica e alle radici identitarie del territorio.
l'incontro avrà luogo Venerdì 24 Gennaio, presso la sede di Presenza Lucana in Via Veneto 106/A con inizio alle ore 18.00, con LIBERO INGRESSO