Monte Vulture
Monte Vulture

Rionero in Vulture (PZ) - Lo scorso 6 giugno si è tenuta a Rionero in Vulture l'assemblea della Comunità del Parco naturale regionale del Vulture per l’approvazione del bilancio di previsione 2020 e pluriennale 2020-2022. Vi hanno preso parte l'assessore regionale all'ambiente G.Rosa, il commissario del Parco Francesco Ricciardi, il consigliere della Provincia di Potenza Mauro Tucciariello, e tutti i Sindaci dei Comuni ricadenti nel Parco: Gerardo Petruzzelli (sindaco Atella), Antonio Murano (sindaco Barile), Fiorella Pompa (sindaco Ginestra), Livio Valvano (sindaco Melfi), Michele Sisti (presidente del Consiglio comunale di Rapolla), Luigi Di Toro (sindaco Rionero in Vulture), Giuseppe Sarcuno (sindaco di Ripacandida), Donato Sperduto (sindaco San Fele), Giovanni Marino (vicesindaco Ruvo del Monte).

Si è parlato, in particolare, del Programma INN GREEN PAF, per un totale di 940.000 euro, diviso in 5 sotto progetti tra i quali: - il finanziamento Fers di 100 mila euro, “Avviso pubblico per l’affidamento del servizio di prelievo e trasporto di cinghiali oggetto di cattura nel Parco”; - circa 139 mila euro destinati alla realizzazione del progetto “Alloctoni invasivi nel lago di Monticchio”; - Affidamenti di incarichi professionali ad oggetto “Laghi di Monticchio, - valutazione dello stato ecologico dell’habitat con analisi ed elaborazione dei dati rilevati”; - Finanziamento Fondazione con il Sud, progetto “Lake B.E.S.T. – Biodiversity Ecosystem Service, di 27.500 euro.

I sindaci hanno approvato, all’unanimità, il Bilancio di previsione 2020 e pluriennale 2020-2022. Bilancio che prevede, per la prima volta, lo stanziamento di una somma consistente, pari a 550 mila euro che, grazie all’apporto del Dipartimento Ambiente della Regione, consentirà di avviare le procedure per la definizione del fabbisogno del personale dell’Ente Parco e per la definizione del Piano del Parco, quale strumento di programmazione delle regole di funzionamento e di programmazione delle attività che potranno essere svolte. Per adesso ai Laghi di Monticchio regna il degrado!