Ripacandida-Maurizio Ulino nella chiesa S.Maria del Sepolcro
Ripacandida-Maurizio Ulino nella chiesa S.Maria del Sepolcro
Sponsor

Ripacandida (PZ) – Una delegazione del Principe Alberto II di Monaco in visita a Ripacandida lo scorso 31 ottobre. A ricevere gli illustri ospiti il sindaco Giuseppe Arch Sarcuno accompagnato dal presidente della Pro Loco Gerardo Cripezzi e da altri rappresentanti. A fare da cicerone lo storico Maurizio Ulino, Chevalier de l’Ordre du Mérite Culturel del Principato, frequenta la cittadina di Ripacandida da quando ha stretto rapporti di amicizia con il presidente della Pro Loco Gerardo Cripezzi: “ A me è toccato evidenziare importanti testimonianze storiche ed artistiche con alcune scoperte sui Grimaldi di Monaco che saranno pubblicate a breve.

Pochissimi sanno, inoltre, che Ripacandida è stata una importante Signoria dei Principi di Monaco da cui discende l’attuale Principe Alberto II di Monaco ed è l’unico possedimento avuto in Basilicata da parte dei regnanti liguri, benché sarebbe da annoverare anche la vicina Ginestra, che al tempo era solo un casale appartenente alla medesima terra feudale. Dopo alcuni anni d’incontri culturali e istituzionali si concretizza la visita del principe Alberto II di Monaco in Basilicata, a Ripacandida”.

Sponsor

Il sindaco di Ripacandida Giuseppe Sarcuno, entusiasta di questa visita della delegazione del Principato di Monaco per ufficializzare l’ingresso di questo comune nell’associazione dei Siti Storici dei Grimaldi di Monaco presieduta da Fulvio Gazzola, presente nell’occasione con Thomas Fouilleron consigliere del principe per scoprire una targa istituzionale”. A fianco al sindaco era presente anche Gerardo Cripezzi iscritto ai siti con la Pro Loco, egli aveva invitato anni fa Maurizio Ulino, lo storico che nel frattempo ha scoperto lo stemma originale dei Grimaldi di Monaco nel palazzo Lioy su un pergamena del 1609.

Nell’occasione lo studioso grimaldino e cavaliere della cultura del Principato ha consegnato una bozza del libro dedicato a Ripacandida e Ginestra, uniche realtà lucane appartenute alla Dinastia ligure. “Ora non ci resta altro che aspettare la visita del principe Alberto di Monaco, che a questo punto sembra sia imminente” ha riferito lo storico Maurizio Ulino.

Sponsor
Articolo precedenteM5S Basilicata. Revoca Intesa sottoscritta tra la Regione Basilicata e l’Istituto Superiore di Sanità
Articolo successivoIngegneri della provincia di Matera, insediata Commissione BIT
Docente presso Ministero della Pubblica Istruzione, giornalista e collaboratore de: Il Quotidiano della Basilicata e di numerosi siti on-line. Vive a Ginestra.