cus potenza
cus potenza

Potenza – Riscatto immediato per il CUS Potenza Rugby che dopo la sconfitta patita a Foggia lo scorso 17 febbraio, coglie una vittoria convincente costruita con grinta e determinazione. A farne le spese è stato un volenteroso Panthers Rugby Team che però nulla ha potuto contro la voglia di rivalsa degli universitari che si sono imposti per 55 a 3.

Partenza lanciata per i nero verdi che già al 3’ piazzano il primo sigillo con il pilone Giuseppe Esposito, Stefano Pergola piazza tra i pali la trasformazione, 7 a 0. I leoni continuano nel loro gioco fluido, forti anche di una dominanza netta nelle fasi statiche. Da un’azione ben congeniata nasce, al 12’, la meta del secondo centro Stefano Pergola che riesce a schiacciare la palla oltre la linea bianca, lo stesso Pergola trasforma, 14 a 0.

Il monologo potentino continua e tra il 28’ e il 34’ il N.8 Rocco Di Melfi marca ben due volte con una ripartenza da mischia prima e una potente percussione poi; Pergola trasforma una sola meta, 26 a 0. Negli ultimi minuti della prima frazione il Potenza marca ancora due volte prima con Stefano Pergola, al 36’ e dopo con il primo centro Giuseppe Lotito; le mete non vengono trasformate e così il punteggio della prima frazione si ferma sul 36 a 0.

Nonostante la partita in tasca, i Cussini iniziano il secondo tempo con la stessa determinazione e grinta del primo tempo ma i Panthers hanno un sussulto d’orgoglio e cominciano ad essere più incisivi in fase d’attacco. La difesa dei leoni dal canto suo regge bene ma comincia a fare più falli del dovuto e al 50’ i modugnesi ne approfittano per piazzare la punizione del 36 a 3. La risposta dei padroni di casa non si fa attendere e al 56’, da una maul giocata magistralmente dal pack lucano nasce la meta del terza linea Luigi De Vivo, Stefano Pergola trasforma, 43 a 3.

I ragazzi di coach Passarella voglio ancora dare spettacolo e far divertire il pubblico presente. Le giocate sono sempre efficaci e fluide; al 60’ grazie ad una poderosa penetrazione, il terza linea Pasquale Ianniello sigla la meta, trasformata dal giovane Giuseppe Mottola, del 50 a 3. C’è ancora spazio per un’ultima marcatura di pregevole fattura, quella dell’estremo Giuseppe Mottola che deposita la palla in meta dopo un’azione corale ed insistita di tutto il team lucano, la meta non viene trasformata e il risultato si fissa così sul 55 a 3.

Decisamente soddisfatto coach Giovanni Passarella “Venivamo da una sconfitta che aveva lasciato il segno e per questo non vedevamo l’ora di giocare e di riscattarci. Il match giocato dai miei ragazzi è stato molto buono con fasi statiche pressoché dominate e giocate al largo molto efficaci; abbiamo come sempre cose su cui lavorare ma questa parte finale di stagione ci servirà anche per questo.”

Domenica prossima il campionato osserverà un turno di riposo, appuntamento con il rugby giocato al 24 marzo quando i nero verdi andranno a far visita al Rugby Corato in un match sicuramente interessante in cui Lotito e compagni vorranno continuare a regalare gioie e soddisfazioni a tutti i fan e sostenitori, BCC Basilicata in primis.

Questo il Potenza sceso in campo:

Mussuto (1) – Lombardi (2) – Esposito (3) – Guerra (4) – Sampogna (5) – Ianniello (6) – Di Melfi (8) – De Vivo (7) – Giordano (9) – Lotito V. (10 – cap) – Scavone (11) – Lotito G. (12) – Pergola (13) – Zaccagnino (14) – Mottola (15)
A disposizione: Gerardi D. (16), D’Andrea (17), Mazzilli (18), Tummillo (19), Benedetto (20), Lovaglio (21), Giosa (22)

Risultati e classifica dopo la dodicesima giornata:
ASD Rugby Rende – ASD Foggia Rugby: 27-21 (3-3)
CUS Potenza Rugby – Panthers Modugno: 55-3 (9-0)
Draghi BAT – Rugby Corato: 10-11 (1-1)
Amatori Rugby Bitonto: riposo

ASD Rugby Foggia: 46 pt.
Rugby Rende: 33 pt. (pen. -8)*
CUS Potenza: 27 pt. (pen. -8)*
Rugby Corato: 18 pt.
Amatori Rugby Bitonto: 14 pt.
Draghi BAT: 11 pt. (pen. -4)
Panthers Modugno: -2 pt. (pen. -4)
*una partita in meno
N.B.: classifica modificata con la decurtazione a tutte le squadre dei punti conseguiti con l’Amatori Rugby Taranto.