SUD EXPERIENCE
SUD EXPERIENCE

Rionero in Vulture (PZ) – Si svolgerà a Rionero in Vulture, i prossimi 15, 16 e 17 dicembre 2022 la I edizione del Sud Experience – Festival delle Arti “Giustino Fortunato” organizzato e promosso dall’iperattivo ArcheoClub del Vulture “Giuseppe Catenacci” con il prezioso patrocinio del Comune di Rionero e il sostegno di Regione Basilicata e Apt.

Il programma, ampio e variegato, prevede nello specifico per i giorni 15, 16 e 17 dicembre (giovedì, venerdì e sabato) una serie di importanti appuntamenti che vanno dalle visite agli ipogei, alle presentazioni di libri e come gran finale ed autentica “ciliegina sulla torta” la lectio magistralis del noto classicista, storico, filologo e accademico Luciano Canfora al quale sarà conferito il premio alla carriera “Città di Rionero in Vulture”.

Il programma di questa entusiasmante tre giorni prevede nel dettaglio per il pomeriggio di giovedì 15 dicembre, con inizio alle ore 18:00, la vista agli ipogei delle Cantine del Notaio in Via Roma 159 con la presentazione del libro “Le Belle Amicizie” di Felice Lafranceschina, originario di Ferrandina e trapiantato a Torino da tantissimi anni dove, oltre alla professione svolge, da sempre, un’intensa attività culturale ricoprendo l’incarico di presidente del Centro Culturale Lucano del capoluogo piemontese e quello di direttore della Compagnia Umoristica dello Skander Teatro oltre ad essere stato tra i fondatori dell’associazione “Carlo Levi”.

Sarà ancora Lafranceschina ad aprire la mattinata di venerdì 16 dicembre con inizio alle ore 11:00 presso l’aula magna dell’Istituto Comprensivo Statale “Michele Granata” dove presenterà anche agli studenti il suo volume.

Nella serata di venerdì 16 grande evento alle ore 19:00 presso la sala convegni del Centro Visioni Urbane in Via Fontana 1961 per la presentazione della collana storica “I Sette Re di Roma” a cura degli autori di Oscar Mondadori Historica. Di e con Davide De Boni, Liudmila Gospodinoff, Luca Di Gialleonardo, Macrina Mirti, Oriana Ramunno e Scilla Bonfiglioli.

Un’impresa epica, almeno dal punto di vista editoriale, che parte dal fondatore dell’Urbe, Romolo, fino ad arrivare a Tarquinio il Superbo.

Il programma della giornata conclusiva di sabato 17 dicembre prevede in mattinata con inizio alle ore 10:00 presso la sede del Campus dell’IIS “G. Fortunato” un dibattito e lettura a cura della famosissima community letteraria (500mila followers tra i vari social Instragram, Tik Tok, Facebook) de “La Setta dei Poeti Estinti” con gli studenti.

Dagli scritti di Giustino Fortunato alla straordinaria poesia di Rocco Scotellaro, in occasione del centenario dalla nascita, passando per i versi di Leonardo Sinisgalli e Giuseppe Catenacci, si comporrà un affresco che narrerà il territorio, i protagonisti e lo scenario intellettuale lucano del Novecento.

Grande, grandissimo finale nel pomeriggio di sabato 17 dicembre alle ore 17:00 presso l’Auditorium del Centro Sociale “Pasquale Sacco” dove ci sarà la lectio magistralis del Prof. Luciano Canfora dal titolo «Spartaco in Lucania» a cui seguirà il conferimento, come già anticipato, allo stesso Prof. Canfora, del premio alla carriera “Città di Rionero in Vulture” da parte del sindaco Mario Di Nitto e del presidente dell’ArcheoClub Antonio Cecere.

«Un evento straordinario, che per noi rappresenta un inizio benché i numerosissimi eventi promossi in questo nostro anno e mezzo di attività – afferma il presidente Cecere in una nota. Un’ occasione unica che mai avremmo pensato di poter realizzare a così stretto giro dalla nostra nascita. Un vecchio motto recita: “Non chi comincia, ma quel che persevera”. La persistenza nel voler fare Cultura, quella vera, ha dato i suoi frutti».

L’ingressi agli eventi è totalmente gratuito. Per qualsiasi informazione è disponibile l’indirizzo: archeoclubdelvulture@gmail.com

Articolo precedenteVenosa. Cine-teatro Lovaglio. Un successo la performance di Rocco Papaleo
Articolo successivoConcorso nazionale sulla sicurezza, il secondo premio alla Prima B della “Pascoli” di Matera
Ha collaborato negli anni 80 con alcuni quotidiani modenesi giornalista e responsabile della pubblicità della cooperativa Editoriale Emilia, appassionato di informatica fonda il sito Lucani in Europa nel 2005. Vive a Castelfranco Emilia ma nato a Stigliano (MT).