Rapolla-Le tante persone presenti
Rapolla-Le tante persone presenti
Sponsor
Rapolla-Le tante persone presenti
Rapolla-Le tante persone presenti

Rapolla (PZ) – Un successo la 17^ Edizione di Parco Urbano delle Cantine del 12 e 13 ottobre scorso. Favorito dalle buone condizioni climatiche, Rapolla ha accolto con entusiasmo e calore i tantissimi visitatori, provenienti da tutta l’area del vulture-melfese e soprattutto dalle regioni limitrofe, basti ricordare che presso il campo sportivo, sostavano centinaia di camperisti giunti da tutte le regioni del sud Italia.

Entusiasta l’amministrazione comunale, il presidente del consiglio comunale Michele Sisti ha spiegato i motivi di questo successo: “ con ordinanza del Sindaco è stato applicato il divieto di vendita di prodotti che non hanno nulla a che vedere con la tipicità dei piatti tipici. Evitare l’utilizzo di questi prodotti significa tutelare il tema principale della manifestazione, ossia la tradizione dei piatti locali”.

Sponsor

Tanti gli eventi che hanno soddisfatto le tante persone presenti: esibizioni e spettacoli itineranti nel borgo, visite guidate nel centro storico, pranzo turistico a base di prodotti tipici nelle grotte-cantine,tradizione ed antichi mestieri, pigiatura dell’uva in costume tipico,dimostrazione della trasformazione del latte con antichi metodi tradizionali,rievocazione storica della distruzione di Rapolla e assalto degli arcieri di Galvano Lancia.

Tra i presenti gruppi provenienti dalla Puglia che hanno esaltato questo evento autunnale: “abbiamo assaporato alcuni piatti lucani, che dalle nostre parti difficilmente si mangiano.Siamo stati accolti con tanta ospitalità, una peculiarità della gente lucana, tra i tanti piatti degustati, pane cotto con cime di rape, peperoni cruschi e baccalà.

Complimenti agli organizzatori”. Dalla vicina Barile, Maicol Sepe insieme ad alcuni argentini, ritornati a vivere nel proprio paese,per la prima volta presenti a Rapolla: “ avevamo l’imbarazzo della scelta,abbiamo degustato le caldarroste e con piacere i prodotti caseari “sapori lucani” di Rocco Caraffa di Scalera. La musica ed i balli in alcune cantine, ci hanno travolto”.

Rapolla-Lo stand delle castagne
Rapolla-Lo stand delle castagne
Sponsor
Articolo precedentePRESENZA LUCANA. Organologia e musica medievale
Articolo successivoLa Basilicata ancora una volta tormentata dagli scandali
Docente presso Ministero della Pubblica Istruzione, giornalista e collaboratore de: Il Quotidiano della Basilicata e di numerosi siti on-line. Vive a Ginestra.