Il Lavello
Il Lavello

Lavello (PZ) - Bella partita tra due squadre che si sono affrontate a viso aperto.Nonostante il mezzo passo falso del Lavello, la squadra di mister Zeman continua a mantenere il vertice della classifica. Il vento che sferzava ha condizionato non poco il gioco. L’ordine pubblico ha perfettamente funzionato, grazie ai carabinieri di Lavello, guidato dal M° M° De Filippis.

Lavello sceso in campo con la maglia bianca. Dopo una fase di studio, al 7’Brunetti ferma nella propria area di rigore, un irruente De Feo. Risponde il Lavello con Burzio, il suo tiro finisce addosso al portiere.Al 10’ Herrera al tiro, palla respinta dal portiere che arriva a Longo, il suo tiro viene fermato davanti la porta da un avversario. Al 15’ Herrera serve un invitante pallone per Liurni, tiro di poco oltre la traversa.

Al 17’ Vicedomini su punizione impegna Franetovic ad un difficile intervento, sulla respinta irrompe Chiaradia che mette dentro, su segnalazione dell’assistente, l’arbitro annulla il gol per fuorigioco. Al 18’ Franetovic, lascia la propria area di rigore per fermare Di Vanni, diretto in porta. Al 20’ Ficara al tiro,palla deviata in angolo.Al 25’ Liurni, sugli sviluppi di un corner, manda la palla oltre la traversa. Al 27’ occasione da gol del Gravina:Ficara per De Feo sulla fascia, conclusione deviata in angolo da un attento Franetovic.

Passano tre minuti e Ficara ( uno dei migliori in campo)crea ancora scompiglio nell’area avversaria,il suo tiro respinto da Vitofrancesco. Al 31’ Corna, bel servito da un compagno in area avversaria, conclude addosso ad un giocatore del Gravina. Al 35’ due tiri ravvicinati di Ficara e De Feo, vengono rintuzzati da un attento Brunetti.Al 40’ Dentamaro al tiro, Franotevic mette in angolo.Al 41’ Liurni in contropiede sbaglia passaggio e conclusione. Ripresa. Mister Zeman, cambia Tuttisanti per Giunta.

Passano due minuti e Corna lanciato a rete, perde palla ad opera di un avversario. All’8’ Liurni “stecca” davanti la porta, la palla messa in angolo da Pagkratris. Al 9’Burzio imita Liurni e sbaglia. Al 10’De Vanni, diretto in porta, viene fermato da Brunetti e Garcia. Al 18’ sugli sviluppi di una punizione, Burzio al tiro, palla deviata in angolo.Al 19’ Garcia sbaglia su un recupero della palla, per fortuna rimedia un compagno.

Al 25’ Liurni, sulla fascia,va al tiro, palla parata dal portiere. Al 30’ Liurni in contropiede viene fermato da Chiaradia. Passano pochi minuti e Corna in area avversaria si fa “rubare” palla. Al 40’ Giunta si libera di due avversari, tiro da dimenticare. Al 40’ Longo, servito lungo da un compagno, diretto in porta tutto solo, viene raggiunto da un avversario che sventa il pericolo.

Nei 4’ di recupero concessi dall’arbitro, al 47’, azione corale del Lavello, ispirato da Longo che serve Liurni, tutto solo, diretto in porta,, viene anticipato dal portiere. Finisce qui una bella partita da entrambe le contendenti.


Interviste di fine gara.

Mister Zeman ha riferito: “ una partita dai due volti. Nel primo tempo il Gravina ci ha messo alle corde, ci ha aggrediti, riuscendo a metterci in difficoltà. Solo nel secondo tempo abbiamo reagito e ci siamo svegliati, fino a fallire due occasioni da gol nei minuti finali.Comunque, abbiamo incontrato un avversario ostico. Alla domanda come mai hanno giocato gli stessi giocatori di mercoledì scorso, fatta eccezione di Dell’Orfanello, ha risposto: “ ho preferito far giocare quelli più in forma”.

Mister Gaburro del Gravina: “ siamo venuti a Venosa con l’obiettivo di portare a casa i tre punti.Anche se abbiamo incontrato una squadra messa bene in campo. Stiamo lavorando bene e siamo convinti di migliorarci di partita in partita.Il Lavello nella ripresa è cresciuta e la partita è stata più equilibrata, per cui ritengo che i giocatori non hanno per niente risentito del recupero della partita contro la Puteolana”.

LAVELLO 0
GRAVINA 0