Venosa -I due inventori di questi modellini Ilaria e Angelo
Venosa -I due inventori di questi modellini Ilaria e Angelo

Venosa (PZ) - Due giovani della cittadina oraziana, Ilaria e Angelo, realizzano modellini, tanto richiesti sui social. A spiegare di cosa si tratta sono gli stessi inventori: “L'idea nasce casualmente durante il periodo di lockdown. Approfittando del tempo che avevamo a disposizione, decidiamo di dare una sistemata al nostro garage dal quale è spuntato un vecchio telefono degli anni 80.

Sicuri di non volerlo buttare, in quanto rappresentava un legame affettivo e suscitava una certa nostalgia di quegli anni ormai passati, decidiamo di tenerlo e magari di riadattarlo per qualche altro utilizzo o complemento d'arredo.Decidiamo, quindi di fare diventare il telefono una lampada, così procediamo alla realizzazione del primo modello che ovviamente custodiamo a casa nostra. terminata la lavorazione, decidiamo di pubblicare qualche foto sui social per farlo vedere soprattutto ai nostri amici.

Il risultato è piaciuto moltissimo tant'è che qualcuno timidamente Iniziava a chiedere informazioni sulla realizzazione e se potevano averlo su commissione . Così è partito il primo poi il secondo e via dicendo. Nel tempo essendo appassionati di automazione e domotica ci siamo sempre più azzardati a fare modifiche estetiche e funzionali, se il primo si poteva accendere la luce con un semplice interruttore, ora si può scegliere se accendere la luce tramite il disco (gesto che richiama la composizione del numero di una volta) o addirittura dallo smartphone e con la voce queste idea sono piaciute e cominciavano ad arrivare sempre più frequenti le richieste di realizzazioni.

Dopo aver realizzato 4/5 modelli ci siamo resi conto che girando intorno c'era una moltitudine di oggetti non più utilizzati che potevano riprendere vita è così iniziamo a modificare vecchie chitarre un vecchio ferro da stiro vinili non più utilizzati modellini di camioncini e tutto ciò che sarebbe stato destinato all'abbandono. Anche qui le idee sono piaciute e ora continuiamo su quest'onda e chi ci chiede delle cose particolari in qualche modo riusciamo a accontentarli…ovviamente tutto rigorosamente fatto a mano”.