Venosa -Sportello Telefono Donna
Venosa -Sportello Telefono Donna
Sponsor

Venosa (PZ) - Il Rotary Club Venosa dopo due anni di lavoro con tenacia e grande volontà porta a termine un grande obiettivo speso a favore e per le donne vittime di violenza. Il 25 giugno alle ore 18,00, nell’atrio del Castello Aragonese,si inaugura al pubblico lo sportello Donna "Mariangela Latorre".

Convenzione a firma del Comune di Venosa, Telefono Donna e Rotary Club Venosa. A darne notizia la presidente del Rotary Venosa, dott.ssa Teresa Asciutto: “ Le nostre volontarie, in modo gratuito e volontaristico, adeguatamente formate dall'associazione "Telefono Donna" daranno vita ad un servizio che nasce sotto la stella di Mariangela Latorre, donna di Venosa vittima di femminicidio.

Advertisement

Con competenza e adeguate conoscenze si svolgerà il servizio grazie al quale verranno realizzate azioni di accoglienza, ascolto, orientamento, formazione, consulenza specialistica, tutela legale, psicologica e sociale, in particolare per le donne vittime di violenza di genere.

Saranno attivati interventi di sensibilizzazione rivolti alla cittadinanza, partecipazione alle iniziative del territorio di carattere culturale e sociale e promozione di iniziative anche con altre Associazioni su temi riguardanti le donne e le pari opportunità. Lo Sportello Donna "Mariangela Latorre": la voce di una donna al servizio di altre donne affinché la speranza sia una via da seguire per chi vive nel buio.

Un grande traguardo che speriamo sia di reale utilità per tutte le donne e per la creazione di una vera e propria rete per il contrasto e la prevenzione della violenza contro le donne, soprattutto in un territorio come il nostro dove l'isolamento e le distanze scoraggiano le donne a parlare delle violenze subite, e creano una sorta di senso di impunità per gli uomini violenti”.

Tra i presenti anche la psicologa Matilde D’Errico, venosina doc, nota per le trasmissioni televisive sulla Rai nel programma “Sopravvissuti”: “Venosa è la città dove sono nata e dove ho vissuto fino a 18 anni. Poi mi sono trasferita a Roma per l’università. Ma le radici lucane mi sono rimaste nel cuore.Tornare nella propria terra è sempre una grande emozione e questa volta lo è ancora di più perché torno per questa straordinaria iniziativa.

Lo Sportello di aiuto alle donne è un progetto nato da una chiacchierata fra me e Teresa Asciutto, la Presidente del Rotary di Venosa.“Perché non unite le professionalità della vostra realtà associativa e create uno sportello Antiviolenza che possa aiutare le donne qui, a Venosa e nei Comuni vicini?”

Lo chiesi a Teresa a maggio del 2019, quando ero stata invitata proprio dal Rotary a fare alcuni incontri con gli studenti delle scuole superiori della mia regione di origine, la splendida Basilicata”.

Sponsor
Articolo precedenteCalcio Serie D. Ultima di campionato.Brutta sconfitta del Lavello
Articolo successivoRionero in Vulture . Portato a compimento il progetto: "Le Vie del Tempo"
Docente presso Ministero della Pubblica Istruzione, giornalista e collaboratore de: Il Quotidiano della Basilicata e di numerosi siti on-line. Vive a Ginestra.