Venosa-La dottoressa Dicorato
Venosa-La dottoressa Dicorato

Venosa (PZ) – Nel pomeriggio dello scorso 18 febbraio in piattaforma con la scuola elementare “Carlo Gesualdo da Venosa”, si è svolto una lezione a cura della dott.ssa -Psichiatra Mariantonietta Dicorato. Interessante la tematica: “Dialogo con genitori e insegnanti sulla Pandemia”.

La dott.ssa Dicorato, entusiasta di questa lezione“E’ stato un supporto ed un aiuto, anche se dobbiamo considerare che sull’incertezza e sulla paura è difficile costruire una relazione di apprendimento. Parlando degli effetti della Pandemia sugli adulti e bambini, ho pensato di offrire pillole di ottimismo e fiducia. Questo dobbiamo fare. Non dobbiamo recuperare il tempo, ma dare tempo.

E’ il tempo del futuro. E’ il tempo della scienza. E’ il tempo della solidarietà e della costruzione. Non abbiamo perso tempo. Abbiamo e stiamo vivendo il tempo della pandemia. Gli ideologismi e le prese di posizioni a priori non hanno mai fatto storia.

Ringrazio il dirigente scolastico Il Prof Claudio Martino per avermi invitata nei due incontri in piattaforma dialogando con docenti e genitori sugli effetti della pandemia sui bambini,sugli adolescenti,sui genitori e docenti Al tempo sospeso ora abbiamo bisogno di sostituirlo con il tempo del futuro.

Non dobbiamo etichettare questa generazione come generazione covid. La Pandemia è una emergenza sanitaria che ha coinvolto i beni comuni:,salute,istruzione,lavoro, relazioni sociali .Adesso dobbiamo credere nella scienza.

E mettere in atto misure di tutela per tutti, Il nome che mi piace è Futura”. Ines Orlando, una delle tante mamme, ha seguito la lezione, ha avuto parole di apprezzamento per la dott.ssa Dicorato: “ Pandemia virale, misure di sicurezza,trauma, paura vista come una condizione fisiologica sana per affrontare l’inaspettato.

Genitori e docenti:i veri eroi della pandemia. Solidarietà ai positivi. Questi i temi che hai toccato.Ci siamo portati a casa pillole di saggezza con le tue lezioni”. Luciana Divietri ha aggiunto: “La dottoressa ha toccato temi forti. Oggi abbiamo bisogno di sentirci dire che abbiamo bisogno di pillole di ottimismo. E lei lo ha fatto con la professionalità di sempre. Grazie”