Venosa-Il Natale 2020 con questi lavori
Venosa-Il Natale 2020 con questi lavori

Venosa (PZ) - Nella cittadina oraziana si prepara un Natale diverso grazie all’associazione Alda Merini, che è riuscita a coinvolgere tante associazioni in lavori inerenti il periodo natalizio. Ad iniziare un albero realizzato in legno di pino da un artigiano del posto Tommaso Sollazzo.La proposta della associazione antistigma “Alda Merini” attraverso un lavoro di rete ha coinvolto tutte le scuole della città di Venosa dalla materna alle superiori in un progetto di condivisione per esprimere le emozioni in questo Natale 2020 ai tempi del coronavirus.

Il tema è stato indubbiamente: “Mi prendo cura di me e di te”. “Per mesi siamo stati bombardati da una comunicazione mediatica che ha bloccato emozioni e sentimenti,facendo emergere panico e sgomento” riferisce la dott.ssa Dicorato. L'associazione Alda Merini che si contraddistingue per sviluppare e stimolare emozioni e affettività ha dato il via ad una sinergia emotiva tra studenti,bambini,genitori, insegnanti e dirigenti scolastici, associazioni sociali hanno aderito con grande partecipazione.

Sono arrivati numerosi lavori, manufatti creativi,pensieri,poesie, filastrocche queste narrazioni opere degli studenti sono stati gli addobbi di questo albero. Simbolo di radice,di famiglia e di emozioni. Un Natale diverso di riflessione e meditazione. Non possiamo non pensare alle tante vittime del covid19 L'iniziativa è stata sostenuta dalla amministrazione comunale.

Hanno aderito a questo progetto condividendone gli obiettivi: L'associazione dei commercianti di Venosa, il Rotary Club di Venosa, Il Cerchio Magico Aias di Venosa/Melfi, il Filo d'Arianna, il Cerchio Magico, l’Anffas di Ginosa, tutte le scuole di ogni grado della città di Venosa e liberi cittadini della comunità che hanno portato la loro emozione. Questi alberi sono collocati nel loggiato del castello Pirro del Balzo. Un Natale diverso all'insegna della sobrietà e dell'essenziale Si parte dalla speranza e dal futuro e dai nostri bambini e giovani.

Questo è l'appello della associazione antistigma Alda Merini che ringrazia per l'allestimento degli alberi, i volontari delle varie associazioni con la collaborazione di insegnanti delle scuole. I lavori giunti sono stati più di 400. Soddisfatta l’associazione Alda Merini. Gli alberi potranno essere visitati nelle ore di apertura del castello.