Venosa (PZ) - Realizzato dalla prof.ssa Margherita Fusco, docente di Filosofia al “Quinto Orazio Flacco” della cittadina oraziana, un libro: “ Filosofia( dove si spiega) portatile ( in modo semplice) illustrata ( come pensano i filosofi)”. Il libro,abbastanza scorrevole,verrà presentato il 20 aprile, nella scuola dove insegna,giorno che precede il Certamen Horatianum.

”Si tratta di un viaggio nel tempo-riferisce la prof.Fusco- avevo immaginato queste pagine come un racconto da parte di un genitore, di un nonno,ma anche di un insegnante, ai bambini dei nostri giorni.Un racconto inteso come dialogo tra un adulto, che regala la sua esperienza di vita,e un bambino che,attraverso questo dono,si apre al pensiero e alla vita. L’opera ha però preso un’altra strada e il racconto, originariamente pensato per i bambini, è diventato qualcosa di diverso,perché,come diceva Epicuro: “ Non si è mai troppo giovani o troppo vecchi per la conoscenza della felicità”,quindi non si è mai troppo giovani o troppo vecchi per la Filosofia.

Vivere è fare filosofia e ogni uomo è filosofo, perché ogni uomo pensa,agisce, prende delle decisioni, ha una concezione del mondo e una sua concezione morale.La filosofia ha cioè un carattere pratico, “insegna a fare non a dire”, come afferma Seneca.La “Filosofiaportatile illustrata”ci prende per mano e,con il linguaggio semplice della realtà, ci porta dalle origini della nostra cultura, dalla Grecia, culla della democrazia e della filosofia, alla filosofia cristiana, per poi proseguire con la filosofia moderna e contemporanea, in un viaggio ideale tra i grandi pensatori dell’Occidente.La narrazione è accompagnata da disegni, da me stessa realizzata al computer, attraverso l’ausilio di una tavoletta grafica,e liberamente ispirati a opere d’arte e a suggestioni varie.

E’ un viaggio, nel tempo e nello spazio, che ci aiuta ad imparare il mestiere più difficile di tutti: il mestiere di vivere; che ci aiuta a capire chi siamo e ad orientarci nel mondo, attraverso i grandi pensatori del passato; che come diceva Nietzsche, rappresentano la creata della catena montuosa dell’umanità.Solo se ci appropriamo del passato potremo avere uno sguardo critico sul presente e immaginare un futuro diverso. Solo facendo nostra l’eredità dei Padri potremo essere inattuali: ossia contro il tempo,e in tal modo sul tempo e,speriamolo,a favore di un tempo venturo”( Nietzsche).

Il viaggio della conoscenza è il viaggio della vita e ognuno di noi è come un viandante, che cerca di orientarsi e di trovare il proprio posto nel mondo. In questo viaggio, che è la vita, la filosofia ci aiuta e ci illumina la strada, perché,come diceva Platone: “ una vita senza ricerca non è degna di essere vissuta”. A.Vaccaro delle edizioni Osanna questo libro lo considera: “ un prezioso e originale esperimento didattico”.Libro introdotto dal prof. Maurizio Martirano, Università degli Studi di Basilicata.