Venosa-Ristorante D'Avalos Alessandro Borghese con i gestori del ristorante Antonio e Saverio Spadone
Venosa-Ristorante D'Avalos Alessandro Borghese con i gestori del ristorante Antonio e Saverio Spadone

Venosa (PZ) - Nella cittadina oraziana, tutti ne parlano della vittoria conseguita dal ristorante D’Avalos, alla nota trasmissione televisiva “4 ristoranti”, promossa dal noto chef Alessandro Borghese, dello scorso 5 gennaio. Erano in gara 4 ristoranti lucani, oltre al D’Avalos, due ristoranti di Potenza ed il “Riccio” di Rionero in Vulture.

Saverio Spadone, gestore insieme al fratello Antonio, entusiasta di questa vittoria e spiega le ragioni di questa vittoria: “ bella vittoria, combattuta, ma vinta con esperienza, simpatia, cordialità e passione per quello che facciamo, per noi e per i nostri clienti. Lo facciamo con la testa il cuore e passione, portando a tavola sempre il meglio della nostra cucina ricercata e ricca di materie prime di grande selezione.

La vittoria è sempre un lavorò di squadra, grazie a Teresa, Antonio, Gaetano e Saverio siamo una squadra, ma il nostro successo passa anche attraverso i nostri collaboratori al quale ringrazio per la loro Aserietà e professionalità: Gerardo acocella maestro chef, Gioacchino D'Amato chef, Rocco Volante amico cameriere grande professionista, Mirela Beatu e Adriana Briscese,collaboratrici di cucina.Ma un grande grazie va a tutti i nostri clienti, i veri nostri sostenitori e ai semplici sostenitori, non per ultimo un grazie per la collaborazione a Franco Mollica, Angelo Garripoli, Michele Manieri,Giusi Garripoli, Rocco Garripoli, Eleonora Pompa.

Come fratello di Antonio lasciatemi passare un pensiero: “ Antonio, sei stato protagonista di questa avventura e sei stato professionale dall' inizio alla fine della trasmissione nei confronti dei tuoi rivali, ma ti sei meritato questa vittoria perchè non è altro che il tuo coronamento e riconoscimento professionale lungo 35 anni di cucine e professionalità, non ti sei mai tirato indietro, neanche quando stavamo da far volare la baracca. Sei un grande lavoratore instancabile a volte talmente preso nel tuo lavorò da renderti antipatico, ma sappi che tutto passa, questa vittoria ti rimarrà nel cuore tuo e nel nostro con affetto, Saverio, Gaetano e Teresa”.