Ospedale Melfi
Ospedale Melfi foto dal web
Sponsor
Ospedale Melfi
Ospedale Melfi foto dal web

Venosa (PZ) – E’ nato alcuni mesi fa, per dare voce ai cittadini, nel Vulture-Melfese-Alto Bradano, un comitato a difesa della rete sanitaria nel territorio, sempre più penalizzante e suicida. In quell’occasione i componenti di Atella,Lavello,Melfi,Rionero,San Fele e Venosa, del gruppo hanno convenuto di allargare lo sguardo anche ai problemi territoriali riguardanti le infrastrutture, il turismo e Ambiente e si sono dati una moratoria di 6 mesi per verificare l’evoluzione della “questione Sanità”, con riferimento specifico al Crob di Rionero e all’ospedale di Melfi, a Venosa e Pescopagano ( “continuamente depotenziati a dispetto dei pure ingenti investimenti per infrastrutture ed apparecchiature” riferiscono i componenti di questo gruppo).

Nei sei mesi, appena trascorsi, altri problemi sono esplosi nella zona creando apprensione nella gente che non li ha visti risolti, o quantomeno affrontati adeguatamente, da parte delle Istituzioni competenti e rilevando che chiunque ne abbia fatto cenno è sembrato che lo facesse piu’ per mostrare di esserci,di apparira, che per profondere un reale impegno alla loro soluzione. Come promesso il “Gruppo di Attenzione” ha ripreso il suo impegno decidendo di assumere, a breve, iniziative pubbliche per coinvolgere trasversalmente tutti gli abitanti e le associazioni libere della zona sensibili alle sue problematiche perchè possano far sentire forte la loro presenza e la loro voce.

Sponsor

“Nell’immediato-riferiscono i componenti di questo gruppo- si affronteranno problemi relativi a: Sanità,Infrastrutture, Turismo,Ambiente,Agricoltura,Tribunale di Melfi,Capodanno a Venosa”. Il Gruppo di Attenzione si presenta, ufficializzando così il proprio impegno, ai cittadini e alle libere associazioni della zona intera per far si che dalla base, unita, si levi forte la voce delle circa 150 mila persone residenti o non residenti che, per lavoro o altro, vi gravitano e ne vivono le problematiche. “A breve, riferiscono i componenti di questo gruppo, saranno comunicate le iniziative pubbliche per le quali chiede una forte presenza e fattiva partecipazione.

Quanti volessero assumere informazioni sul progetto del gruppo, sulle iniziative immediate e quanti volessero dare un contributo di impegno e partecipazione anche per dare una democratica forma e struttura organica al movimento che i va ad avviare possono nell’immediato rivolgersi ai referenti zonali: Domenico Caprioli (Lavello), Angelo Lela (Melfi), Roberto Iosca (Rionero), VincenzoPrezioso (Venosa) e Donato Sperduto (San Fele)”.

Sponsor
Articolo precedenteIl CUS Potenza Rugby batte per 28 a 12 un coriaceo ASD Foggia Rugby
Articolo successivoVenosa. Un migrante afgano espulso dal centro migranti di Palazzo San Gervasio, abbandonato a se stesso
Docente presso Ministero della Pubblica Istruzione, giornalista e collaboratore de: Il Quotidiano della Basilicata e di numerosi siti on-line. Vive a Ginestra.