Patriza Del Puente
Patriza Del Puente-Foto Francavillainforma.it

Rionero in Vulture (PZ) - Anche dal Vulture si elevano proteste per la chiusura del centro Internazionale di Dialettologia, presieduta dalla prof.ssa Patrizia Del Puente. Sembra che la Regione Basilicata voglia tenerlo in atto questo centro, parola dell’assessore regionale Cupparo, anche se la prof.ssa Del Puente non è tanto convinta di avere il centro come nel passato.

Staremo a vedere, se son rose, fioriranno.L’estate scorsa la prof.ssa Del Puente nell’atrio del palazzo Giustino Fortunato di Rionero aveva tenuto una lectio magistralis sui dialetti utilizzati nei paesi del Vulture, catturando l’attenzione dei tanti presenti, che non erano a conoscenza di questi dialetti.

Tra i presenti Michele e Raffaele Benedetto di Forenza, che alla saputa di questa chiusura hanno riferito: " Quando il dito indica la luna, non bisogna guardare il dito ma la luna." Così ha iniziato il suo intervento dal Centro Internazionale di Dialettologia ALBa, la Professoressa Patrizia Del Puente, annunciando le sue dimissioni.

Ricercatrice universitaria e direttrice del centro internazionale di Dialettologia Al.Ba. Purtroppo l'orizzonte ottico degli " illuminati " della Regione Basilicata si focalizza ai proventi dell'eolico selvaggio e del nucleare, ritenuti la vera risorsa per il riscatto del nostro territorio.

La cultura non paga e la globalizzazione, nella peggiore accezione del termine, cancella con il taglio dei fondi alla ricerca, tutto l' impegno di tre ricercatori che sotto l' egida della Ricercatrice salernitana, nel corso di quattordici anni di minuzioso lavoro, hanno dato lustro ai nostri dialetti. "

Così si è deciso di far ritornare nell' oblio le lingue della Basilicata." Nel virgolettato le parole di rammarico della Prof Del Puente a cui va tutto il ringraziamento e la stima di tutti i lucani che hanno seguito le sue lezioni sul territorio e sul web. Francesco N. aggiunge: La tutela e la valorizzazione del patrimonio linguistico lucano doveva essere tra le priorità della Regione Basilicata: la chiusura del centro di dialettologia è stata, ahinoi, una idiozia colossale, un suicidio culturale.

Un plauso a chi ha difeso l’identità del nostro popolo dall'indifferenza della società moderna”.Antonia Latorraca,di Venosa, docente scuola primaria di Ginestra: “Speriamo che le istituzioni ci ripensino a non fare questa grande mancanza di cultura”.

Il prof. Arcangelo Covella conclude gli interventi: “Come dire i barbari al potere! Propongo la costituzione di un comitato di cittadini per difendere il C.I.D.”.